Archivi Blog

Scatti di territori | La Doccia di Vinci

E’ stata l’occasione per rincontrare Marco e Sara Viviani (qui la mia visita di un po’ di tempo fa) la giornata promozionale della loro azienda La Doccia di Vinci (7,5 ettari di vigneti sulle dolci colline di Vinci; imbottigliamenti dal 2010) in trasferta a Livorno presso il bar-enoteca con cucina Alle Vettovaglie all’interno della maestosa struttura coperta del Mercato Centrale; qui, la sorpresa di trovare schierata l’intera gamma dei vini in commercio, annata 2016, e il piacere ancor più grande di ritrovare i suoi artefici, due giovani determinati artigiani, con le idee chiare (sempre di più – ndr).

“L’annata 2015 è andata letteralmente esaurita/sold-out; la 2016 è stata una bella annata per l’equilibrio ottenuto nei vini: bel varietale espresso, ottima maturazione delle uve e giusta quantità, dopo annate calde-anomale e rese scarse. Vinificazione per parcelle separate. Per i futuri Caesar, il sangiovese di punta, la maturazione in legni molto probabilmente avverrà in botti più grandi.”

Le mie note di assaggio: tra una chiacchiera e un approfondimento, uno spilluzzicare (di pane con l’olio e altri bocconcini) e una pausa per dare/riprendere respiro, ho cominciato con Leggi il resto di questa voce

Annunci

Amor di Vino – Az. Agr. Casale “Solo solfiti da fermentazione naturale”

Amor di vino sono i vini senza solfiti aggiunti, se non da fermentazione naturale come riportato in etichetta,  da vendemmia 2016, della famiglia Giglioli che da generazioni conducono l’azienda agricola in località Casale in quel di Certaldo. Casa-azienda-cantina incastonata in un paesaggio di colline incantevoli che si aprono al godimento degli occhi via via lasciata alle spalle la strada principale e l’antico borgo che le domina, addentrandosi tra sali e scendi, curve e contro curve in direzione est. Bottiglie prese in azienda al termine di una straordinaria esperienza gustativa (da ripetere!), una vera full immersion (era tanto che non lo dicevo, concedetemelo) tra nettari di rara squisitezza di numerose annate (di cui si perde il conto se non annotate, e anch’io sono stato letteralmente rapito!) stoccate, o meglio lasciate ad elevarsi ancora, in tini d’acciaio e botti di castagno, damigiane e caratelli… che ti lasciano il segno come in poche altre occasioni: con assaggi di sangiovese che brunelleggiano (alcuni alla cieca o muta che dir si voglia sicuramente!); trebbiano glu-glu e meditativi al tempo stesso e vin santo che non ti dimentichi più… di quest’ultimi risalendo addirittura fino alla 1965! Leggi il resto di questa voce

Scatti di territori | Vinci, Il Giardino – Fratelli Falzari

C’è un profondo legame tra la famiglia Falzari e le armoniose colline di Vinci, declivi fertili e argillosi che disegnano un paesaggio accogliente e illuminante; i fratelli Sergio e Roberto Falzari dal 2000 applicano – davvero con grande energia e coerenza – un’agricoltura-viticoltura-enologia specializzata, e ancora tanto sperimentale (ndr), completamente a conduzione biodinamica.

Circa 5 ettari di vigneti tra i nuovi impianti di Sangiovese, Merlot e Cabernet Sauvignon e gli autoctoni Trebbiano toscano, Canaiolo e Sangiovese oltre ad altrettanti ettari circa di uliveti di cultivar diverse.

Gli assaggi Leggi il resto di questa voce

Marco Verona, Sedì 2016

Sedì, ovvero sei giorni di macerazione sulle bucce, è il vino bianco (naturale) che Marco Verona ottiene da un piccolo appezzamento sulle ripide colline del Candia che coltiva con tutto se stesso; un bianco, che sembra un rosso, che è una vera forza della natura! Leggi il resto di questa voce

In vigna da Giuseppe, Gimonda

Domenica 20 agosto. A metà mattina il sole è già alto che scalda. Faccio una visita all’amico Giuseppe Mongelli di (La) Gimonda in quel di Terricciola, l’appuntamento è alla piccola vecchia cantina (presto ce ne sarà una nuova). Insieme andiamo a fare un giro nelle vigne di proprietà, lo accompagno volentieri nella sua perlustrazione. E ancor più interessato lo osservo nella verifica del grado zuccherino (del succo degli acini) con il rifrattometro (strumento ottico per calcolarne il contenuto potenziale di alcol nel vino che sarà). Leggi il resto di questa voce

Cupelli, Atmosfere

   

Fresco d’uscita, delle prime dieci mila bottiglie circa prodotte, ho avuto il piacere grazie a un caro amico di sentirne giusto un sorso per ora, riconoscendogli quel timbro vitale genuino e nobile di trebbiano (toscano), invitante e saporito e d’acidità sempre di più “il segno” distintivo dei vini della giovane azienda sanminiatese Cupelli. Una laboriosa azienda a conduzione familiare che nel tempo ha saputo valorizzare al meglio un vitigno simbolo della nostra viticultura attraverso la spumantizzazione. Ed ecco così il nuovo Metodo Classico Brut Atmosfere 9 mesi sui lieviti, volutamente più semplice da bersi – easy to drink, easy to match – ma sempre con quel gusto, quella morbidezza, qui maggiore, e quella finezza non inferiore rispetto agli altri MC Cupelli prodotti (su tutti ricordo L’Erede, leggi qui, e L’Erede Riserva 36 mesi). E, a conferma di questa sua scorrevolezza a tavola, ho notato la bottiglia fuori dal secchiello del ghiaccio svuotata in men che non si dica.  Leggi il resto di questa voce

Podere Borgaruccio, Ripa Bianca IGT Costa Toscana 2014

img_2572

Ripa Bianca, da uve trebbiano malvasia e san colombano affinate in tini di cemento, con la sua bella etichetta “Le Stelle sulla Ripa Bianca, I Tarocchi secondo Borgaruccio”, è vino ‘friccicorino’ come piace a me, salato e aromatico q.b. almeno questa 2014 da poco bevuta, versatile con la cucina quotidiana, insomma una di quelle bottiglie che metti in tavola e ce ne vorrebbe presto un’altra a ruota tanto si svuota bene.  Leggi il resto di questa voce

Scatti di territorio | Calci, Fattoria San Vito

img_2208

Settembre/2016. Sono carichi di grappoli i filari di sangiovese e delle altre varietà nobili della piccola vigna di famiglia che Matteo Piccioli mi porta a vedere.

Fattoria San Vito è nella Val Graziosa di Calci (nomen omen) in quella piccola enclave a due passi dalla storica Certosa.

Il richiamo della terra è stato forte anche per Matteo, supportato dalla sorella e da una bella famiglia laboriosa. E il paesaggio qui è uno scorcio da cartolina che incanta per tanta naturale bellezza. E il microclima è ottimo anche per la vite, le particelle coltivate ben protette a nord-est dal ventaglio del Monte Pisano a quote su i 50 m slm ben esposte al sole, i terreni fertili, equilibrati, mix di argilla, limo e calcare. Anche se qui la tradizione vuole l’olio extra vergine di oliva il primo prodotto d’eccellenza (cultivar leccino, moraiolo e frantoiano).

Un passaggio ancora in vigna per fare l’ultima selezione dei grappoli. E tutto è pronto per la vendemmia, la quarta da quando Matteo ha preso in mano la conduzione dell’azienda. Orientandosi su la genuinità del prodotto finito cominciando dalla conversione al biologico, trattamenti oculati sulle piante, fermentazioni senza aggiunta di lieviti selezionati, illimpidimenti senza filtrazioni, vinificazioni in acciaio, riposo e affinamento in bottiglia prima della commercializzazione.

Nel sottotetto all’aperto della piccola ma organizzata cantina ho assaggiato le tre etichette prodotte dell’ultima vendemmia, la 2015, da piante di diverse età, tutte a IGT: Leggi il resto di questa voce

Colombaia Bianco 2014

IMG_1313

Colombaia Toscana IGT Bianco 2014

Sa di buono. D’erba e fiori di campo, vegetali, fieno, bacche gialle, mentolato… Leggi il resto di questa voce

Gualandi Montebetti 2011

montebetti

Inaspettato quanto piacevole l’assaggio di questo Chianti Colli Fiorentini DOCG di Guido Gualandi, un Chianti fatto come una volta: con antichi autoctoni come il Foglia Tonda e l’aggiunta di piccole quantità di Trebbiano.
Leggi il resto di questa voce

Diario di un Ving

Vino, Vigna e Altre Storie di Viaggio di un Ingegnere Vignaiolo

The Wine Training

Nessuna poesia scritta da bevitori d’acqua può piacere o vivere a lungo

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

Glocal Vini & Terroir

Appunti eno-gastronomici di Frontiera

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: