Archivi Blog

Da Beppe e Cristina, Zenzero e Cannella

Giuseppe Arena, la moglie Cristina e la loro nuova avventura, il Ristorante Zenzero e Cannella. Un posticino molto cool di recente apertura, dove rilassarsi nel piccolo centro di Bientina.

Visitato e finalmente provato all’opera, Leggi il resto di questa voce

Annunci

Il Sangiovese 2015, Noelia Ricci

Assaggiato all’enoteca pisana La Dolve Vite è stato amore a prima vista. Noelia Ricci Il Sangiovese di Romagna, con le maiuscole, 2015: soave, diretto, elegante, beverino a non finire; floreale e di sostanza fruttato fragrante bello saporito; giocoso, scattante e vivo già dal colore; con ben espressi al sorso tannino e freschezza acida-speziatura e sapidità. E già me lo immagino servito fresco nella stagione calda… Una vera goduria! Leggi il resto di questa voce

Cerretello Chianti Superiore 2013, Pieve De’ Pitti

Pieve De’ Pitti Cerretello Chianti Superiore DOCG 2013, Sangiovese e saldo di Canaiolo e Malvasia Nera, a/v 13,5%, ca. 12k btg prod., 12E in cantina a Terricciola. Questa 2013 si mostra irruente ancora di fragranza e freschezza; lasciato un po’ ossigenare, è morbido, fresco strutturato, di stile moderno. Sprigiona una succosa dolcezza di frutto, scuro a bacca piccola in primis, e un bel ventaglio di sensazioni odorose-gustose coerenti fin al retrogusto di notevole persistenza; equilibrato, di piccante acidità-sapidità e con un tannino che si fa sentire ancora. A tavola chiama le carni, specie se rosse e succulente, ma si lascia approcciare bene anche da solo. Decisamente buono, anzi bono, per veri Chiantilovers! Leggi il resto di questa voce

“Vinificare negli inerti: I vasi vinari in cocciopesto Drunk Turtle”

drunk-turtle-invito-4-feb-pontedera

“Convegno-dibattito sul tema: vinificare negli inerti (cocciopesto, cemento, terracotta e altro…) alla presenza di enologi, giornalisti e addetti ai lavori. Sabato 4 febbraio 2017 – Inaugurazione dei nuovi spazi espositivi, via Fornace Braccini, Pontedera (PI)”

🙂 Leggi il resto di questa voce

Sorelle Palazzi, Guido e il Chianti Colline Pisane

Az. Agr. Sorelle Palazzi, Terricciola.

Il giovane valente consulente dell’azienda pisana Sorelle Palazzi, l’enologo Guido Beltrami, ci accoglie e ci riscalda con i suoi nettari succosi e tonici – generosi come lui – salvandoci letteralmente da una giornata cupa battuta dalla tramontana. Esauriente nelle spiegazioni e piacevole nel farci sentire a nostro agio; ci intrattiene con frammenti della lunga storia intrapresa dalla zia nel 1972 che scelse di metter radici qui (i terreni, l’abitazione e la cantina si trovano a cavallo di una collina a quota 150 m slm in località Morrona poco a nord di Terricciola) conquistata da quel dolce paesaggio, dall’agricoltura vocata sin dall’antichità e dal buon clima mitigato dal vicino mar tirreno; tenendoci a precisare quel rigore aziendale perseguito sin dalle origini nel segno della tradizione. Oggi l’azienda è specializzata e certificata biologica.

Di Guido, competenza e voglia di conoscere e misurarsi con le altre realtà locali ed estere (scende spesso in francia) saltano subito agli occhi: potremmo dire che sono i suoi punti fermi che abbracciano anche qui la realizzazione dei vini aziendali, con in testa il Chianti che ama sottolineare essere delle Colline Pisane, prodotto d’identità di una sottozona ben precisa (da valorizzare sempre!).

(Ph. by DpC)

Leggi il resto di questa voce

Sangiovese 2014, Tenuta Torre a Cenaia

????????????????

Nuova veste per il sangiovese anzi Pittisangiovese Toscana Igp 2014 di Tenuta Torre a Cenaia (100% in etichetta; a/v 13%; 8E. in cantina). Luminoso nel bicchiere, pulito e ben giocato sulla finezza gusto-olfattiva nonostante l’annata ‘anomala’; fragrante, pur di buona ampiezza fruttato-speziato-succoso; snello e soprattutto fresco acido al sorso – giovanissimo – da beva più immediata (anche servito fresco, ndr) e godereccia. Leggi il resto di questa voce

“Mostra Mercato del Tartufo e del Fungo Porcino”

30mostratartufoporcino

“Torna la tradizionale MOSTRA MERCATO del TARTUFO e del FUNGO PORCINO di Forcoli,

giunta quest’anno alla sua 30esima edizione!

Tante nuove e interessanti iniziative.

Qui il programma completo

Save the date!

🙂

Fattoria San Vito

img_2208

Settembre/2016. Sono carichi di grappoli i filari di sangiovese e delle altre varietà nobili della piccola vigna di famiglia che Matteo Piccioli mi porta a vedere.

Fattoria San Vito è nella Val Graziosa di Calci (nomen omen) in quella piccola enclave a due passi dalla storica Certosa.

Il richiamo della terra è stato forte anche per Matteo, supportato dalla sorella e da una bella famiglia laboriosa. E il paesaggio qui è uno scorcio da cartolina che incanta per tanta naturale bellezza. E il microclima è ottimo anche per la vite, le particelle coltivate ben protette a nord-est dal ventaglio del Monte Pisano a quote su i 50 m slm ben esposte al sole, i terreni fertili, equilibrati, mix di argilla, limo e calcare. Anche se qui la tradizione vuole l’olio extra vergine di oliva il primo prodotto d’eccellenza (cultivar leccino, moraiolo e frantoiano).

Un passaggio ancora in vigna per fare l’ultima selezione dei grappoli. E tutto è pronto per la vendemmia, la quarta da quando Matteo ha preso in mano la conduzione dell’azienda. Orientandosi su la genuinità del prodotto finito cominciando dalla conversione al biologico, trattamenti oculati sulle piante, fermentazioni senza aggiunta di lieviti selezionati, illimpidimenti senza filtrazioni, vinificazioni in acciaio, riposo e affinamento in bottiglia prima della commercializzazione.

Nel sottotetto all’aperto della piccola ma organizzata cantina ho assaggiato le tre etichette prodotte dell’ultima vendemmia, la 2015, da piante di diverse età, tutte a IGT: Leggi il resto di questa voce

“Notte Bianca del Vino a Terricciola”

NotteBiancaTerricciola

Sabato 2 luglio 2016

inizio ore 19.00

Terricciola

(Pisa)

Per le vie del borgo aziende e cantine Vi aspettano numerosi…

E che l’estate abbia inizio!

Leggi il resto di questa voce

Scatti di territori | Valdera, Terre di Guidoreste

Terre di Guidoreste zoom

“La Toscana è terra fortunata.” Sicuramente lo è quando si scopre che c’è ancora chi vuol fare vino con le proprie mani, con attenzione, con pazienza, con sacrificio, con il sapere-come a disposizione di oggi, nel rispetto delle tradizioni si direbbe, certo, ma vino che vuol essere alimento, come una volta, per capirsi. Conoscere Cristian Parri, parlarci ad un banchino minuscolo di un evento di paese dimenticandosi del tempo che scorre… Leggi il resto di questa voce

Diario di un Ving

Vino, Vigna e Altre Storie di Viaggio di un Ingegnere Vignaiolo

The Wine Training

Nessuna poesia scritta da bevitori d’acqua può piacere o vivere a lungo

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

Glocal Vini & Terroir

Appunti eno-gastronomici di Frontiera

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: