Archivi Blog

La Felce, In Origine 2015

IGT Liguria di Levante Bianco dell’azienda agricola La Felce in Ortonovo. In Origine 400* è Vermentino 60%, Trebbiano Toscano 30% e Malvasia di Candia non aromatica, a/v 13% in etichetta. Triple “A”. Qui è riportata una bottiglia della vendemmia 2015.

E’ il vino che è stato fatto sin dalle origini, appunto, da quando la famiglia Marcesini si è cimentata col buon piglio del produttore, piccolo produttore Leggi il resto di questa voce

Ciriòle Rosato 2015, Alessandro Tofanari

A pranzo. Di venerdì. Finisco questo Rosato a base sangiovese del sempre bravo Alessandro Tofanari con uno spaghettino saltato in padella con aglio olio acciughe capperi e tonno (tks mom). Leggi il resto di questa voce

“Vino al Vino: i grandi vini di Panzano”

Panzano in Chianti - countryside

“Al via la ventesima edizione di Vino al Vino a Panzano. Dal 15 al 18 settembre 2016 saranno di scena alcuni dei più noti interpreti della viticoltura chiantigiana, 19 produttori aderenti all’Unione Viticoltori di Panzano in Chianti presenteranno i loro vini Chianti Classico e IGT. “Vino al Vino”:  i grandi vini di Panzano, come ogni anno, saranno presentati il terzo weekend di settembre a stampa e appassionati in occasione della famosa festa enologica chiantigiana realizzata dall’Unione Viticoltori di Panzano in Chianti e dal Consorzio Vino Chianti Classico con il patrocinio del Comune di Greve in Chianti.”

Programma

Save the date!

🙂

Tenuta Lenzini, Vermignon 2015

IMG_1832

Vermignon, ovvero Vermentino e Sauvignon Blanc, IGT Toscana Bianco di Tenuta Lenzini.

Ecco un vino che mi è piaciuto tanto, come ho scritto qui, di cui ho fatto una piccola scorta in cantinetta visto anche la ridotta produzione della vendemmia 2015. Fermentazione in acciaio…movimento delle fecce…nessuna filtrazione… Un bel bere – per pochi fortunati – davvero. Davvero. Cin!

Leggi il resto di questa voce

Scatti di territori | Colline Lucchesi, Tenuta Lenzini

Lenzini vista cantina

Tra i filari di Vermentino, sullo sfondo la cantina di Tenuta Lenzini

merlot lenzini sud

i vigneti di Merlot

merlot

Merlot in fioritura

Leggi il resto di questa voce

Tenuta Lenzini, Cabernet Merlot Syrah e Alicante Bouschet

Lenzini a tavola

A Tenuta Lenzini la terra è viva e i vini lo sono più che mai – non mi meraviglio.

Fresco di assaggio in più manifestazioni vinose del Vermignon 2015 – vero coup de coeur per me – un vino d’equilibrio e struttura, dal carattere spiccato per la buona annata e la gustosa ed invitante piacevolezza di beva, un bianco davvero ben riuscito…purtroppo poche le bottiglie prodotte del millesimo assaggiato, sono tornato a trovare il suo artefice, il vignaiolo Michele Guarino in quel di Gragnano, in quella splendida conca curata come un giardino per la parte a sud dove si accede che è l’azienda a conduzione biodinamica Tenuta Lenzini.

Prima degli acquisti quattro chiacchiere in vigna e poi l’assaggio dei vini:

Leggi il resto di questa voce

I Mandorli, il Sangiovese e il Cabernet (2013)

I Mandorli btg.

A tavola la contro verifica – se mai ce ne fosse bisogno in questi casi – non fà che confermare la bontà dei vini de l’azienda I Mandorli di Suvereto assaggiati durante la mia recente visita (qui) con il suo creatore, per la parte tecnico-agraria, Andrea “Mero” Bargiacchi, un vero numero uno, per me.

Vigna alla Sughera, esposta a nord per il Sangiovese, e Vigna al Mare, sui pendii a sud per il Cabernet Sauvignon e Franc in un rapporto di circa 85 a 15 in percentuale, piante coltivate a Guyot, hanno danno vita ai vini monovarietali a igt su cui ha puntato l’azienda dal 2004. Oggi vengono allevate anche vigne di vermentino e prodotto un ulteriore rosso da taglio ‘entry level’.

Da vendemmia 2013 le bottiglie assaggiate: un’annata di grazia per la qualità delle uve ottenute, in special modo per il Cabernet, che hanno raggiunto una maturità a tutto tondo. La produzione è ancora piccola per questa giovane azienda dalle caratteristiche solide ed eroiche al tempo stesso nell’ordine di qualche migliaia di bottiglie all’anno, e in cantina ne restano a mala pena per una modesta memoria storica.

C’è poco da girarci intorno con le parole, anzi, Leggi il resto di questa voce

Terre del Sillabo Chardonnay 2010

Ch TdS 10

In etichetta: Costa Toscana IGT Chardonnay 2010 Terre del Sillabo (ed un bel galletto stilizzato). Non è stato facile reperire questa bottiglia, senza pretesa dell’annata, ma ce l’ho fatta. Volevo farlo assaggiare ad un caro amico in particolar modo, prossimo ad impiantare proprio barbatelle di chardonnay qui da noi nell’areale pisano.

Leggi il resto di questa voce

Tenuta La Macchia – Montescudaio – Aura 2013

wp-1459275105798.jpg

Aura. Sauvignon Blanc (100%). La bellezza della semplicità! Bere questo Montescudaio è stato sorprendente per me. Un bel bere! Un bel ritmo…un po’ come quando alla radio passa una di quelle canzoni che inevitabilmente ti portano a alzare il volume, muovere la testa e canticchiare…una di quelle canzoni che non necessariamente è bellissima ma ti prende con una sonorità, testo scorrevole e a suo modo profondo che ti fa dimenticare il tempo intorno a te. Leggi il resto di questa voce

Podere Panta Rei Merlot Sameti 2011

Sameti 11 cover

Podere Panta Rei, Sameti, Vigna Calicanto, Merlot IGT 2011. E’ stato il vino della mia Pasqua. Se pur di consistenza un tantino sovrastante le varie portate del pranzo, principalmente piatti a base di carne di maiale, ha svelato tutta la sua stoffa di grande vino cui è fatto, in una piena esuberanza giovanile come mi aspettavo. Una vera esplosione di frutto, succoso macerato, fresco sapido e lungo, dal tannino graffiante, che si è ammorbidito splendidamente col passare del tempo (e per tempo intendo il giorno dopo, per la parte rimasta).

Leggi il resto di questa voce

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: