Archivi Blog

Hora Sexta Cabernet DOC Lison Pramaggiore 2012

Tenuta Mosole “Al levar del sole s’avvia il nuovo giorno e all’hora sexta giunge il tempo del convivio, dei sapor divini, di antiche tradizioni” recita la retro etichetta: gli antichi romani pasteggiavano a mezzogiorno e godevano già a quei tempi dei vini di questi territori. E anch’io me lo sono goduto a tavola.

Leggi il resto di questa voce

Annunci

Proprietà Sperino, ‘L Franc ****** (2012)

Assaggi da Teatro del Vino di Barbara Gorini. Mi piace far passare un po’ di giorni prima di scrivere, i ricordi danno più valore alle impressioni.

Emozione pura il ‘L Franc Bandit ****** Lotto CF12 di Proprietà Sperino. Leggi il resto di questa voce

Podere La Pace Maremma Toscana 2013

????????????????

Podere La Pace Maremma Toscana DOC rosso Black Label 2013 è la selezione di cabernet franc, cabernet  sauvignon, merlot, petit verdot. Leggi il resto di questa voce

Fleur de Clinet 2013

IMG_2019

Fleur de Clinet 2013 (Groupe Clinet Négotiant à Chateau Clinet, Pomerol)

Un second vin (anche se il prezzo potrebbe essere da primo vino per qualcuno) che fissa bene l’idea di Merlot.

Leggi il resto di questa voce

Fattoria Ambra, Carmignano DOCG Riserva Elzana 2011

IMG_1995

Carmignano DOCG Riserva Elzana 2011. “Cru: Elzana 180 m s.l.m. Terreno: Galestro e Argilla. Affinamento: 24 mesi di cui i primi 12 in tonneaux da 3,5 e 5 Hl e gli altri 12 mesi botte di rovere. Vitigni: Sangiovese 90%, Uva Francesca (Cabernet) 10%.” Leggi il resto di questa voce

“eatPrato 2016”

eatPrato16

“Trecento anni di vino e di gusto.

Un weekend per celebrare e assaporare il meglio della produzione enogastronomica pratese, dalla mortadella al pane fino ai vini Docg di Carmignano: dal 17 al 19 giugno 2016 in piazza del Comune a Prato va in scena EatPrato, kermesse organizzata dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con Associazione Strada dei Vini di Carmignano e dei Sapori Tipici Pratesi e la partecipazione dei principali Consorzi e associazioni di tutela del territorio.” Leggi il resto di questa voce

I Mandorli, il Sangiovese e il Cabernet (2013)

I Mandorli btg.

A tavola la contro verifica – se mai ce ne fosse bisogno in questi casi – non fà che confermare la bontà dei vini de l’azienda I Mandorli di Suvereto assaggiati durante la mia recente visita (qui) con il suo creatore, per la parte tecnico-agraria, Andrea “Mero” Bargiacchi, un vero numero uno, per me.

Vigna alla Sughera, esposta a nord per il Sangiovese, e Vigna al Mare, sui pendii a sud per il Cabernet Sauvignon e Franc in un rapporto di circa 85 a 15 in percentuale, piante coltivate a Guyot, hanno danno vita ai vini monovarietali a igt su cui ha puntato l’azienda dal 2004. Oggi vengono allevate anche vigne di vermentino e prodotto un ulteriore rosso da taglio ‘entry level’.

Da vendemmia 2013 le bottiglie assaggiate: un’annata di grazia per la qualità delle uve ottenute, in special modo per il Cabernet, che hanno raggiunto una maturità a tutto tondo. La produzione è ancora piccola per questa giovane azienda dalle caratteristiche solide ed eroiche al tempo stesso nell’ordine di qualche migliaia di bottiglie all’anno, e in cantina ne restano a mala pena per una modesta memoria storica.

C’è poco da girarci intorno con le parole, anzi, Leggi il resto di questa voce

Fattoria di Sorbaiano Rosso delle Miniere 2007

wp-1460210580061.jpg

Sono passati diversi anni dall’ultimo incontro che ho fatto con questo vino, il Rosso delle Miniere fiore all’occhiello della storica azienda pisana Fattoria di Sorbaiano di Montecatini Val di Cecina, dal nome evocativo di un tempo che fu, fatto di miniere e minatori, rame e ferro, ripreso in etichetta proprio dalla vecchia miniera lì vicina tra le colline cosiddette metaliffere. Leggi il resto di questa voce

Zorzettig Friuli Colli Orientali Cabernet Franc 2011

IMG_0148

Vinoso, franco, fedele al varietale, con nette note verdi e di pepe e spezie in polvere di vivace intensità, di rustica piacevolezza: accompagnano il sorso di buona consistenza e dal tannino come cioccolatoso di fondente extra, fragrante di frutti scuri e rossi, con quel che di radici che pungono la lingua, ben presenti al centro bocca e dolci nel finale; vino scorrevole, decisamente fresco, sapido, ben sostenuto con un che di ferroso, equilibrato e pronto, di buona qualità, aromi e gusto. Direi un buon amico in tavola, abbinato con formaggi e nell’occasione anche con un semplice bollito. Bottiglia acquistata in enoteca.

❦❦/❦

Temperatura di servizio: 16-18°C

DOC Friuli Colli Orientali

Alcol 13% vol.

Prezzo: 7,50 E.

tralcio

Zorzettig di Zorzettig Cav. Giuseppe
Cividale del Friuli (UD)

Le Macchiole 2011

le macchiole

Azienda Agricola Le Macchiole  di Cinzia Merli Campolmi

Se penso ad un vino di Bolgheri, ad un rosso superiore appena uscito sul mercato, spesso mi si palesa un vino robusto, caldo e fruttato, profondo e suadente di note boschive_vegetali_minerali, speziate e sapide non ancora al meglio da bere però.  Leggi il resto di questa voce

Diario di un Ving

Vino, Vigna e Altre Storie di Viaggio di un Ingegnere Vignaiolo

The Wine Training

Nessuna poesia scritta da bevitori d’acqua può piacere o vivere a lungo

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

Glocal Vini & Terroir

Appunti eno-gastronomici di Frontiera

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: