Cortona Doc

Zona di produzione e storia

Di fondamentale rilievo sono i fattori umani legati al territorio di produzione, che per consolidata tradizione e nuove sperimentazioni hanno contribuito ad ottenere l’originalità e l’identità dei vini del cortonese.
La presenza della viticoltura nell’area delimitata è precedente all’epoca romana, in particolare numerosissimi sono stati i ritrovamenti etruschi attinenti alla produzione del vino.

La denominazione d’origine controllata “Cortona” e’ riservata ai vini che rispondono alle condizioni e requisiti prescritti dal presente disciplinare di produzione per le seguenti tipologie:
Rosso, Chardonnay, Grechetto, Sauvignon, Cabernet Sauvignon, Cabernet Sauvignon Riserva, Merlot, Merlot Riserva, Sangiovese, Sangiovese Riserva, Syrah, Syrah Riserva, Vin Santo, Vin Santo Riserva e Vin Santo Occhio di Pernice.
La data del riconoscimento DOC “Cortona” viene istituita con Dm il 1 settembre 1999.

La zona di produzione delle uve atte alla produzione dei vini a denominazione d’origine controllata “Cortona” ricade nella provincia di Arezzo e comprende i terreni vocati alla qualità’ di parte del territorio amministrativo del comune di Cortona.
Anche le operazioni di vinificazione, ivi compresi l’invecchiamento obbligatorio, l’appassimento delle uve, l’affinamento in bottiglia obbligatorio e le operazioni d’imbottigliamento devono essere effettuate nel territorio amministrativo del comune di Cortona.

Le tipologie “Vin Santo” devono essere ottenute da uve fatte appassire in locali idonei fino a raggiungere un contenuto zuccherino del 28% per il vino a denominazione di origine controllata “Cortona” Vin Santo e “Cortona” Vin Santo Riserva e del 35% per il vino a denominazione di origine controllata “Cortona” Vin Santo Occhio di Pernice.
L’immissione al consumo della tipologia “Cortona” Vin Santo può avvenire solo dopo un periodo di invecchiamento obbligatorio di almeno tre anni, di cui almeno tre mesi di affinamento in bottiglia.
L’immissione al consumo della tipologia “Cortona” Vin Santo Riserva può avvenire solo dopo un periodo di invecchiamento obbligatorio di almeno cinque anni di cui almeno sei mesi di affinamento in bottiglia.
L’immissione al consumo della tipologia “Cortona” Vin Santo Occhio di Pernice può avvenire solo dopo un periodo di invecchiamento obbligatorio di almeno otto anni di cui almeno sei mesi di affinamento in bottiglia.La conservazione e l’invecchiamento delle tipologie “Vin Santo” devono avvenire in recipienti di legno della capacita’ non superiore a 100 litri per il “Cortona” Vin Santo e “Cortona” Vin Santo Riserva, ed in caratelli non superiore a 75 litri per il “Cortona” Vin Santo Occhio di Pernice.

Consorzio di Tutela dei Vini a Denominazione d’Origine Controllata “Cortona”
Via Guelfa, 40
Tel.0575 603793
Mail: cortonavini@cortonavini.it

Vitigni – Grado alcolometrico minimo – Invecchiamento e qualifiche

Base ampelografica
I vini devono essere ottenuti dalle uve prodotte dai vigneti aventi la seguente composizione ampelografica:

Cortona Rosso:
Syrah dal 50% al 60%, Merlot dal 10% al 20%, possono inoltre concorrere alla produzione di detto vino le uve provenienti da altri vitigni, a bacca di colore analogo, non aromatiche, idonei alla coltivazione nell’ambito della regione Toscana, fino ad un massimo del 30%.

Cortona Chardonnay:
minimo 85%, possono inoltre concorrere alla produzione di detto vino le uve provenienti da altri Vitigni, a bacca di colore analogo, non aromatiche, idonei alla coltivazione nella Regione Toscana, fino ad un massimo del 15%.

Cortona Grechetto:
minimo 85%, possono inoltre concorrere alla produzione di detto vino le uve provenienti da altri Vitigni, a bacca di colore analogo, non aromatiche, idonei alla coltivazione nella Regione Toscana, fino ad un massimo del 15%.

Cortona Sauvignon:
minimo 85%, possono inoltre concorrere alla produzione di detto vino le uve provenienti da altri Vitigni, a bacca di colore analogo, non aromatiche, idonei alla coltivazione nella Regione Toscana, fino ad un massimo del 15%.

Cortona Cabernet Sauvignon e Cortona Cabernet Sauvignon Riserva:
minimo 85%, possono inoltre concorrere alla produzione di detto vino le uve provenienti da altri vitigni, a bacca di colore analogo, non aromatiche, idonei alla coltivazione nella Regione Toscana, fino ad un massimo del 15%.

Cortona Merlot e Cortona Merlot Riserva:
minimo 85%, possono inoltre concorrere alla produzione di detto vino le uve provenienti da altri vitigni, a bacca di colore analogo, non aromatiche, idonei alla coltivazione nella Regione Toscana, fino ad un massimo del 15%.

Cortona Sangiovese e Cortona Sangiovese Riserva:
minimo 85%, possono inoltre concorrere alla produzione di detto vino le uve provenienti da altri vitigni, a bacca di colore analogo, non aromatiche, idonei alla coltivazione nella Regione Toscana, fino ad un massimo del 15%.

Cortona Syrah e Cortona Syrah Riserva
minimo 85%, possono inoltre concorrere alla produzione di detto vino le uve provenienti da altri vitigni, a bacca di colore analogo, non aromatiche, idonei alla coltivazione nella Regione, fino ad un massimo del 15%.

Cortona Vin Santo e Cortona Vin Santo Riserva:
Trebbiano toscano, Grechetto e Malvasia bianca da soli o congiuntamente minimo 70%, può inoltre concorrere alla produzione di detto vino uve provenienti da il Vitigno a bacca rossa Sangiovese vinificato in bianco previsto per la produzione dei vini “Cortona” fino ad un massimo
del 30%.

Cortona Vin Santo Occhio di Pernice
Sangiovese, Malvasia nera: da soli o congiuntamente al 100%.

I vini a denominazione di origine controllata «Cortona» all’atto dell’immissione al consumo devono rispondere alle seguenti caratteristiche:

-Cortona Rosso:
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12,50% vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 25,0 g/l.

-Cortona Chardonnay:
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,50% vol;
acidità totale minima: 5,0 g/l;
estratto non riduttore minimo: 20,0 g/l.

-Cortona Grechetto:
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,50% vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 20,0 g/l.

-Cortona Sauvignon:
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,50% vol;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 20,0 g/l.

-Cortona Cabernet Sauvignon e Cortona Cabernet Sauvignon Riserva:
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12,00% vol;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12,50% vol. per la Riserva;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 25,0 g/l e minimo 28,0 g/l per la Riserva.

-Cortona Merlot e Cortona Merlot Riserva:
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12,00% vol;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12,50% vol. per la Riserva;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 25,0 g/l e minimo 28,0 g/l per la Riserva.

-Cortona Sangiovese e Cortona Sangiovese Riserva:
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12,00% vol;
titolo alcolometrico volumico totale minimo:12,50% vol. per la Riserva;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 23,0 g/l e minimo 25,0 g/l per la Riserva.

-Cortona Syrah e Cortona Syrah Riseva:
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12,00% vol;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12,50% vol. per la Riserva;
acidita’ totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 25,0 g/l e minimo 28,0 g/l per la Riserva.

-Cortona Vin Santo:
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 17,00% di cui almeno 2,00% da svolgere;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
acidità volatile massima: 1,6 g/l;
estratto non riduttore minimo: 24,0 g/l.

-Cortona Vin Santo Riserva:
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 17,00 % di cui minimo 14,50% svolto e minimo 2,50% da svolgere;
acidita’ totale minima: 4,5 g/l;
acidità volatile massima: 1,6 g/l;
estratto non riduttore minimo: 24,0 g/l.

-Cortona Vin Santo Occhio di Pernice:
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 18,00% di cui minimo 15,00% svolto e minimo 4,50%
da svolgere;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
acidità volatile massima: 1,6 g/l;
estratto non riduttore minimo: 25,0 g/l.

Caratteristiche organolettiche

I vini a denominazione di origine controllata «Cortona» all’atto dell’immissione al consumo devono rispondere alle seguenti caratteristiche:

-Cortona Rosso
colore: da rosso rubino a granato con l’invecchiamento;
odore: caratteristico, elegante;
sapore: secco e armonico.

-Cortona Chardonnay
colore: giallo paglierino;
odore: sentore fruttato con sottofondo leggermente aromatico;
sapore: secco ed armonico, elegante.

-Cortona Grechetto
colore: giallo paglierino;
odore: fresco, delicato, caratteristico, leggermente aromatico;
sapore: secco ed armonico.

-Cortona Sauvignon
colore: giallo paglierino;
odore: profumo intenso elegante caratteristico con sottofondo aromatico;
sapore: secco ed armonico, elegante.

-Cortona Cabernet Sauvignon e Cortona Cabernet Sauvignon Riserva
colore: da rosso rubino a granato;
odore: intenso, caratteristico, speziato;
sapore: pieno ed armonico, asciutto.

-Cortona Merlot e Cortona Merlot Riserva
colore: rosso granato vivo talvolta con qualche riflesso violaceo, tendente al rosso mattone con l’invecchiamento;
odore: sentore di piccoli frutti, con eventuale lieve nota di erbaceo;
sapore: secco ed armonico e pieno.

-Cortona Sangiovese e Cortona Sangiovese Riserva
colore: da rosso rubino, tendente al rosso aranciato con l’invecchiamento;
odore: vinoso, intenso ed elegante;
sapore: secco ed armonico.

-Cortona Syrah e Cortona Syrah Riseva
colore: da rosso rubino a granato;
odore: caratteristico, elegante;
sapore: secco ed armonico.

-Cortona Vin Santo
colore: da giallo dorato all’ambrato intenso;
odore: intenso etereo caratteristico di frutta matura;
sapore: ampio e vellutato con intensa rotondità.

-Cortona Vin Santo Riserva
colore: da giallo dorato all’ambrato intenso;
odore: intenso etereo caratteristico di frutta matura;
sapore: ampio e vellutato con intensa rotondità.

-Cortona Vin Santo Occhio di Pernice
colore: tra ambrato e topazio con ampia unghia rossiccia che si fa marrone con l’età;
odore: intenso, ricco, complesso, di frutta matura ed altre sfumature;
sapore: fine, persistente con retro gusto dolce.

In relazione alla conservazione dei vini a denominazione di origine controllata “Cortona” in recipienti di legno, il sapore degli stessi può rilevare lieve sentore di legno.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: