Archivi categoria: Degustazioni

Colli di Luni Albarola 2016, Cantine Lunae Bosoni

Ci sono quei vini di cui si scrive perché…ti danno un’emozione particolare, altri di cui si scrive perché, senza essere dei fenomeni, vanno giù che è un piacere e poi ci sono di quei vini di cui si scrive perché, indimenticabili o meno, sono talmente territoriali o rari che almeno puoi dire di averli assaggiati.

Forse è proprio questo il motivo per cui scrivo queste due righe su un vino Albarola in purezza Leggi il resto di questa voce

Annunci

Podere Casaccia – Sine Felle – alla Fiera di Scandicci…

…il vino non è in vendita… ma grande è il piacere di rincontrare lo specialista delle vene, come lo chiamo io, e del vino, il Dottor Roberto Moretti assieme alla sua dolce compagna, Lucia Mori, con lì a disposizione quei nettari esplosivi di frutta e freschezza e sapore e passione… nitido è il ricordo ancora. Vini di concezione e realizzazione steineriana, frutto della loro visione-credo-filosofia perseguita e applicata a tutta l’agricoltura del Podere Casaccia (nome che non gli rende piena giustizia) e, aggiungo io, alla loro vita stessa.

Di vendemmie ne sono passate già parecchie da quando Roberto ha preso a condurre le viti, e gli olivi dell’anziano padre, che nel frattempo sono arrivate a coprire una superficie coltivata attentamente a conduzione biodinamica anch’esse di circa 4 ha. E la gamma – splendida – si è allungata con le bottiglie degli autoctoni vinificati in purezza: canaiolo, malvasia nera, foglia tonda e pugnitello; col sangiovese, che da qualche anno con una piccola quantità di canaiolo esce anche rosato; e col bianco d’impianto tradizionale, malvasia e trebbiano qui con del vermentino, sperimentato sorprendentemente anche in versione da lunga macerazione – e conservazione, provato a suo tempo, ndr; per finire (ma anche no) con gli splendidi passiti: Sine Felle Rosso da sole uve sangiovese, vin santo Assolato e da dessert Situa Nobilis. Ci vorrebbe un poeta per decantarne la piacevolezza di ciascuno.  Leggi il resto di questa voce

Careglio Roero 2013

Careglio Roero DOCG 2013 (14%) è stato il mio miglior incontro vinoso ovvero la miglior bevuta durante la breve visita di un giorno alla manifestazione-mercato internazionale Cheese 2017 a Bra (assieme all’assaggio del giovane Accornero 2016 Bricco del Bosco qui, Grignolino per Qualcuno il miglior al mondo).

Un Nebbiolo… Leggi il resto di questa voce

“VITAE. Ritratti di vita e vino” (Seconda parte)

Letteralmente rubo da vinodaburde.com le parole di Andrea Gori di introduzione alla degustazione che ha accompagnato l’inaugurazione della mostra fotografica “Vitae. Ritratti di vita e vino”, promossa in collaborazione dal Comité Interprofessionnel du Vin de Champagne e dal Consorzio Chianti Classico, svoltasi a Firenze Domenica 17 settembre nella Sala d’Arme di Palazzo Vecchio: Leggi il resto di questa voce

Pian del Ciampolo 2011

Più o meno nelle stesse ore in cui a Montevertine si svolgevano i festeggiamenti per il cinquantenario dell’azienda fondata da Sergio Manetti, ho sentito il bisogno anche io di unirmi in qualche modo alla festa di un’azienda i cui vini mi hanno sempre lasciato il segno, dal fascinoso e, pardon mi si passi il termine, inarrivabile Pergole Torte al succulentissimo Pian del Ciampolo, affidabile compagno di bevute appaganti a giusto prezzo. Leggi il resto di questa voce

“VITAE. Ritratti di vita e vino” (di Barbara Gorini, prima parte)

Domenica 17 settembre. Nella splendida cornice della Sala d’Armi di Palazzo Vecchio si è celebrato l’ormai consolidato connubio fra la città di Firenze e quella di Reims, fra i territori del Chianti Classico e quelli dello Champagne. Questa volta si è voluto fare da cornice all’inaugurazione di una mostra fotografica “Vitae. Ritratti di vita e vino” con una  master class “Le cuvée di Champagne incontrano le Gran Selezione di Chianti Classico”. L’evento, è stato destinato a un pubblico di 100 persone tra giornalisti e professionisti del vino ed è stato condotto da Andrea Gori e Daniele Cernilli. Leggi il resto di questa voce

Buone bevute: Champagne Brut BdB GC, Ambonnay, Eric Rodez

Come non essere felice anzi strafelice di aver goduto della beva di uno sciampagnino di quelli bboni, perfetto per confortarmi in questo uggioso inizio di settembre, come questo Rodez brut Blanc de Blancs Grand Cru, da segnare nel diario. Leggi il resto di questa voce

Rayon, Blanc de Morgex et de la Salle 2014

Rayon

Più che un raggio di sole (come il suo nome vorrebbe), un fulmine nel cielo sereno e assolato di questa bollente estate 2017. Leggi il resto di questa voce

Diacopo Pugnitello IGT Toscana 2009

Diacopo Pugnitello IGT Toscana 2009, Jacopo Banti (14% a/v in etichetta), Campiglia Marittima.

Dei vini proposti che mi capita di sentire quando mi trovo in giro a mangiare, alcuni improbabili, altri che necessiterebbero di contesti più intimi per essere aperti e bevuti, altri ancora sicuramente di più tempo per essere maggiormente apprezzati, ne sbucano di buoni che non ti aspetteresti – che te li ricordi bene e con piacere ne riporti due righe agli amici – come questo Pugnitello* dell’azienda agricola Banti Iacopo proveniente dal sud della costa livornese a ridosso dell’areale maremmano-grossetano. Leggi il resto di questa voce

Il piccolo buon Metati Rossi (2013)

Di questo Metati Rossi rosso toscano IGT 2013 (a/v 13%) mi ha colpito l’ottima fattura, la pulizia olfattiva e gustativa, l’armonia (già) raggiunta data da un bel succo fruttato maturo ma non surmaturo, la struttura ben sorretta dall’acidità e da un tannino pulito e morbido, non ultimo una bella profondità di gusto. Vino vivo, senza quegli effetti speciali da… superwine per capirsi. Merlot in prevalenza con cabernet sauvignon dal timbro vibrante e un po’ rustico a bottiglia da poco aperta, lo stesso timbro dei piacevolissimi e gastronomici autoctoni del luogo, per me, ma sempre pulito. Fatto senza uso di botti, in solo acciaio, sembrerebbe. Leggi il resto di questa voce

Diario di un Ving

Vino, Vigna e Altre Storie di Viaggio di un Ingegnere Vignaiolo

The Wine Training

Nessuna poesia scritta da bevitori d’acqua può piacere o vivere a lungo

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

Glocal Vini & Terroir

Appunti eno-gastronomici di Frontiera

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: