Archivi categoria: Aziende

“Champagne per tutti” (Post per immagini)

Una due-giorni di piccoli grandi Champagne alle Terme Tettuccio di Montecatini Terme, con master class a cura dell’ambasciatore italiano per lo Champagne 2018, Pietro Palma. Una occasione per assaggiare prodotti nuovi e non solo, trascorsa bene anche per noi DxCxP.

“CHAMPAGNE PER TUTTI è la prima manifestazione italiana dedicata allo Champagne rivolta principalmente ai consumatori. Chiunque sia interessato a questo prelibato vino, avrà la possibilità di incontrare i vignerons provenienti dai territori dello Champagne e degustare i loro prodotti. Si tratta di piccole realtà produttive perlopiù a carattere familiare che propongono prodotti di alta qualità a prezzi accessibili e difficili da reperire sul nostro mercato. La manifestazione si svolgerà nella splendida cornice del SALONE REGINA PRESSO TERME TETTUCCIO DI MONTECATINI TERME e vedrà come collaboratore “speciale” il nuovo ambasciatore italiano per lo Champagne 2018, Pietro Palma.”

Leggi il resto di questa voce

Annunci

Scatti di territori | San Miniato e il Tempranillo

Quella appena trascorsa è stata una bella Domenica di sole e relax in campagna all’aria aperta in-sana (faccina che ride) compagnia con un calice di vino in mano e tante cose buone da sentire grazie a Vinix in tour e all’azienda Pietro Beconcini di San Miniato che l’hanno rispettivamente organizzata e ospitata. Ciliegina sulla torta è stata l’occasione di “camminare” una delle vigne tra le più antiche e singolari della Toscana: la vigna di tempranillo toscano. Suggestivo è stato passeggiare sulla Via Francigena che la costeggia e taglia il paesaggio d’un verde esplosivo tutto intorno; osservare il terreno d’argilla chiara e arenaria ricco di conchiglie fossili; e una volta tra i filari ammirare, e per un attimo coccolato, quelle sculture rugose nodose arzigogolate, a piede franco, che sembrano volerti abbracciare. E costante, per tutto il tempo trascorso tra il dentro e il fuori, l’assaggio dei prodotti delle aziende ospiti presenti, tanti e tutti davvero molto buoni con delle vere eccellenze di tradizione tipicità e territorio.

Tra le vigne…

fino ad arrivare alla vigna di Tempranillo toscano storica

con piante a piede franco che raggiungono se non superano il secolo di vita

Leggi il resto di questa voce

Maraviglia “Vinix in tour” Toscana!

Ospitata dall’azienda agricola Pietro Beconcini si è svolta la prima tappa toscana di Vinix in Tour.

Diversi produttori di vino presenti insieme anche ad un birrificio artigianale, Birra Carrù. Tutti interessanti gli assaggi; grande interesse e godimento per il mio palato lo hanno suscitato i vini marchigiani dell’ Az. Agr. Maraviglia di Matelica, su tutti i bianchi a base del celebre vitigno Verdicchio. L’azienda possiede 13 ettari vitati e produce anche vini rossi da uve sangiovese, ciliegiolo, merlot, cabernet franc e petit verdot.

Ho degustato tutti e tre i bianchi presenti al banco d’assaggio: Alarico Verdicchio di Matelica DOC 2017, il loro vino “base”; a seguire Archè Verdicchio di Matelica DOC 2017, ottenuto in collaborazione con l’Istituto Agrario di San Michele all’Adige con l’utilizzo di “induttori di resistenza biologici”: in pratica si stimolano naturalmente le difese naturali della pianta, così da non utilizzare nessun prodotto chimico per ottenere un vino più salutare; infine Grappoli d’Oro Verdicchio di Matelica DOCG Riserva 2013, un vino importante, d’affascinante evoluzione, strutturato di gran bella fattura. Leggi il resto di questa voce

Scatti di territori | La Doccia di Vinci

E’ stata l’occasione per rincontrare Marco e Sara Viviani (qui la mia visita di un po’ di tempo fa) la giornata promozionale della loro azienda La Doccia di Vinci (7,5 ettari di vigneti sulle dolci colline di Vinci; imbottigliamenti dal 2010) in trasferta a Livorno presso il bar-enoteca con cucina Alle Vettovaglie all’interno della maestosa struttura coperta del Mercato Centrale; qui, la sorpresa di trovare schierata l’intera gamma dei vini in commercio, annata 2016, e il piacere ancor più grande di ritrovare i suoi artefici, due giovani determinati artigiani, con le idee chiare (sempre di più – ndr).

“L’annata 2015 è andata letteralmente esaurita/sold-out; la 2016 è stata una bella annata per l’equilibrio ottenuto nei vini: bel varietale espresso, ottima maturazione delle uve e giusta quantità, dopo annate calde-anomale e rese scarse. Vinificazione per parcelle separate. Per i futuri Caesar, il sangiovese di punta, la maturazione in legni molto probabilmente avverrà in botti più grandi.”

Le mie note di assaggio: tra una chiacchiera e un approfondimento, uno spilluzzicare (di pane con l’olio e altri bocconcini) e una pausa per dare/riprendere respiro, ho cominciato con Leggi il resto di questa voce

Scatti di territori | Vinci, Il Giardino – Fratelli Falzari

C’è un profondo legame tra la famiglia Falzari e le armoniose colline di Vinci, declivi fertili e argillosi che disegnano un paesaggio accogliente e illuminante; i fratelli Sergio e Roberto Falzari dal 2000 applicano – davvero con grande energia e coerenza – un’agricoltura-viticoltura-enologia specializzata, e ancora tanto sperimentale (ndr), completamente a conduzione biodinamica.

Circa 5 ettari di vigneti tra i nuovi impianti di Sangiovese, Merlot e Cabernet Sauvignon e gli autoctoni Trebbiano toscano, Canaiolo e Sangiovese oltre ad altrettanti ettari circa di uliveti di cultivar diverse.

Gli assaggi Leggi il resto di questa voce

Scatti di territori | Candia, Marco Verona

In visita a Az. Agr. Verona Marco di Marco Verona viticoltore artigiano-natur-eroico sulla strada del Candia dei Colli Apuani; impressioni e scatti rubati:

La monorotaia in vigna

su per l’erto pendio

e su

Leggi il resto di questa voce

“The Wine Revolution” (un po’ di…)

Buona la prima! Grande pubblico per il debutto di The Wine Revolution evento mercato svoltosi a Sestri Levante Domenica 19 e Lunedì 20 novembre appena trascorsi. Un elenco di 52 tra vignaioli e distributori da tutte le regioni d’Italia (vedi link in calce al post), e poi cucinieri e artigiani, poeti del bello e del buono hanno esaudito le richieste dei tanti assetati winelovers, addetti del settore e di numerosi altri ancora accorsi sin dalle prime ore nella sede dell’ex Convento dell’Annunziata affacciato sull’incantevole Baia del Silenzio (o se volete nella splendida cornice). Subito nel vivo della manifestazione: c’è da sottolineare la buona impressione generale dei vini dell’annata 2016 e a seguire la 2015. Molte le novità sui banchi d’assaggio: vinificazioni naturali, vitigni autoctoni recuperati e rilanciati, prodotti non filtrati e senza solfiti aggiunti. La prevalenza degli assaggi nel complesso si è rivelata piacevole – sinonimo di vini ben fatti e saporiti – aumentati dal godimento di un bel numero di chicche/vecchie annate offerte nell’occasione (salvo per qualche piccolissimo prodotto/vignaiolo…). Un grazie speciale lo ridiciamo a JNK e Le Rocche del Gatto, i primi che mi vengono in mente, ma anche a L’Acino, Forti del Vento, La Ricolla, Mariotti, Sarfati distribuzione e Storie di Vite e altri ancora. Calorosi gli incontri con gli amici vignaioli/commerciali vecchi e nuovi, tutti: una menzione speciale a Lorenzo Svetlich di Giardini Ripa di Versilia, a Michele Guarino e consorte di Tenuta Lenzini, a Daniele Parma di La Ricolla. Ottima conclusione con i sorsi della buona tradizione della Valpolicella di Monte dall’Ora. E allora cin! Un ultimo scatto e alla prossima edizione! (Io me la segno subito!) Peccato per l’assenza di Le Boncie. A seguire un po’ di momenti fissati nella bella giornata di Domenica baciata dal sole.

Leggi il resto di questa voce

Scatti di territori | Panzano, Monte Bernardi

Sulla Chiantigiana (SR222 Firenze-Siena) il paesaggio è di quelli che rapisce lo sguardo ad ogni tratto di strada, e a Panzano è naturale vedere persone fermarsi e scendere dalla macchina per scattare una fotografia o chi più sensibile al richiamo della bellezza dei luoghi addentrarsi nelle vigne con tanto di cavalletto tele pennelli e colori per dipingerlo dal vero – incantevole in ogni stagione dell’anno. E dall’alto l’antico borgo di Panzano domina la Conca d’Oro che non poteva essere appellata diversamente.

Poco più a sud l’azienda Monte Bernardi è arroccata su di un poggio che offre allo sguardo la stessa intensa poesia di un paesaggio disegnato dall’operato dell’uomo fin da tempi remoti, puzzle di boschi, oliveti, vigneti e ancora… con mille sfumature di odori e colori della stagione autunnale che col sole si riaccendono, ti penetrano dentro e ti scaldano l’animo.

Nelle vigne sui terreni di pietra forte, galestro e alberese a 450 metri sul livello del mare si respira un’aria fresca, sana, che sa di buono. Michael Schmelzer e Jacy Farrell cittadini del mondo divenuti fiorentini-panzanesi dal 2002, sono i nuovi custodi di questo angolo di paradiso in terra di Chianti: colpiti, non potevano che fermarsi a vivere qui e non potevano che fare i vignaioli.

montebernardi

Gli assaggi: Leggi il resto di questa voce

Podere Casaccia – Sine Felle – alla Fiera di Scandicci…

…il vino non è in vendita… ma grande è il piacere di rincontrare lo specialista delle vene, come lo chiamo io, e del vino, il Dottor Roberto Moretti assieme alla sua dolce compagna, Lucia Mori, con lì a disposizione quei nettari esplosivi di frutta e freschezza e sapore e passione… nitido è il ricordo ancora. Vini di concezione e realizzazione steineriana, frutto della loro visione-credo-filosofia perseguita e applicata a tutta l’agricoltura del Podere Casaccia (nome che non gli rende piena giustizia) e, aggiungo io, alla loro vita stessa.

Di vendemmie ne sono passate già parecchie da quando Roberto ha preso a condurre le viti, e gli olivi dell’anziano padre, che nel frattempo sono arrivate a coprire una superficie coltivata di circa 4 ha attentamente a conduzione biodinamica anch’essa. E la gamma – splendida – si è allungata con le bottiglie degli autoctoni vinificati in purezza: canaiolo, malvasia nera, foglia tonda e pugnitello; col sangiovese, che da qualche anno con una piccola quantità di canaiolo esce anche rosato; e col bianco d’impianto tradizionale, malvasia e trebbiano qui con del vermentino, sperimentato sorprendentemente anche in versione da lunga macerazione – e conservazione – provato a suo tempo, ndr; per finire (ma anche no) con gli splendidi passiti: Sine Felle Rosso da sole uve sangiovese, vin santo Assolato e da dessert Situa Nobilis. Ci vorrebbe un poeta per decantarne la piacevolezza di ciascuno.  Leggi il resto di questa voce

“Cheese 2017” in un po’ di immagini… that’s amore

Città di Bra, Slow Food, 20 anni di Cheese… All together with passion!

La Casera (Verbania)

Accornero, Barbera e Grignolino (Vignale Monferrato)

Leggi il resto di questa voce

Diario di un Ving

Vino, Vigna e Altre Storie di Viaggio di un Ingegnere Vignaiolo

The Wine Training

Nessuna poesia scritta da bevitori d’acqua può piacere o vivere a lungo

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

Glocal Vini & Terroir

Appunti eno-gastronomici di Frontiera

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: