Archivio dell'autore: Barbara Bonaccini

Poggio Paterno, Vermentino Colli di Luni 2015

IMG_5526

Ristorante sul mare, una leggera tartare di ricciola prima di abbandonarsi alle carezze della brezza marina, e il pensiero, subito represso, di rinunciare al vino in vista di una serata che si preannunciava già abbastanza vinosa. Ma se il ristorante sul mare è Lo Scoglietto, come si fa a non concedersi neppure un bicchiere? Ben sapendo che anche sui vini a bicchiere, il fiuto di Claudio non può fallire. E così abbiamo fatto la conoscenza di questo Vermentino dei Colli di Luni annata 2015 prodotto da un’azienda biodinamica sopra Sarzanello. Leggi il resto di questa voce

Lamole e il tempo che trascorre: l’elogio della leggerezza

Lamole i magnifici 9

L’elogio della leggerezza, della soavità dei vini di Lamole in una degustazione essa stessa leggiadra condotta con mano scherzosa e ironica da quel genio assoluto che è Armando Castagno (la mia prima volta da uditrice e non ha davvero deluso le aspettative). Nessuna retorica e captatio benevolentiae, un’introduzione calzante ed incalzante fatta di letture dagli autori più diversi sui temi della leggerezza e del paesaggio, le due chiavi di lettura proposte da Castagno per individuare e gustare la longevità del Sangiovese di Lamole. Ma una degustazione di Castagno non si può raccontare, vi si può, anzi deve, soltanto assistere… e allora pochi giri di parole e spazio alle immagini dei vini protagonisti. Leggi il resto di questa voce

“Caruso Wine Festival”

Caruso wine festival

Giugno arriva e con lui puntuale arriva anche l’appuntamento con gli Wine Events organizzati da Riccardo Chiarini e Firenze Spettacolo che si stanno sempre più caratterizzando come vere e proprie mostre mercato dove scambiare due chiacchiere con i produttori e acquistarne i vini. Stavolta non sarà la città ma la meravigliosa Villa Caruso sulle colline di Lastra a Signa, il gioiello architettonico costruito dall’architetto Dosio nel Cinquecento con il suo meraviglioso giardino all’italiana,  il palcoscenico non solo delle degustazioni, ma anche di presentazioni di libri e concerti di musica jazz. L’atmosfera ideale per trascorrere un pomeriggio di inizio estate in mezzo a verde, al buon cibo e buon vino, all’arte insomma in mezzo alla cultura a…360°!

Segnatevi le date: sabato 10 giugno e domenica 11. Il programma dell’evento qui.

Gianni Brunelli, Brunello di Montalcino 2008

FullSizeRender

Il vino del pranzo pasquale, aperto almeno tre ore prima, si rivela profondamente timido e riottoso al primo naso…e come potrebbe non essere altrimenti dopo i quasi 9 anni al chiuso di botti e bottiglia? Leggi il resto di questa voce

Aoc Bandol, Domaine Ray-Jane 2015

Bandol

Di recente in viaggio nel sud della Francia, ne approfitto per approfondire la conoscenza dei rosati, vini che non mi hanno mai troppo entusiasmato, ma che adesso ogni tanto mi ritrovo a bere soprattutto con l’arrivo della bella stagione. Essere poi in Provenza mi solletica la curiosità, dove se non qui assaggiarne i famosi rosati? Leggi il resto di questa voce

Il Canaiolo di Vertine

oliveta vertine

Si può in un blog, per quanto amatoriale, più contenitore di appunti e senza nessuna pretesa professionale, dedicare un post ad un vino senza etichetta? La logica o il buon senso forse suggerirebbero di no…, ma se quel vino tutte le volte che lo bevi ti trasmette piacere, si fa amabile compagno della tua tavola senza tanti lambiccamenti, se già per la seconda volta dopoché lo hai bevuto ti viene la tentazione di scriverci due righe…. e allora perché non farlo? Leggi il resto di questa voce

Vino e pallone: le passioni nel cuore

footballe-interno

E chi l’avrebbe mai detto che tanti uomini del pallone di ieri e di oggi fossero accomunati dalla passione per il vino? E soprattutto chi l’avrebbe mai detto che l’unione di queste che sono state le mie passioni di ieri e di oggi mi avrebbe fatto emozionare tanto? Non è stato il solito God Save the Wine quello a cui ho partecipato qualche sera fa al Fashion Footballer di piazza Strozzi: un luogo magico, una galleria del passato da far venire i brividi a chi ha avuto qualche trascorso da tifoso.  Leggi il resto di questa voce

“God Save The Wine: il Vino nel Pallone”

thumb

Per l’appuntamento di Marzo dell’ormai consolidato festival vinoso fiorentino, questa volta gli amici di Firenze Spettacolo e Promowine hanno avuto una pensata davvero unica ed originale: al posto di aziende vinicole tradizionali, chiamare a raccolta e in degustazione le aziende di proprietà di calciatori, ex calciatori e allenatori, tanti di origine e/o con trascorsi toscani.

Un’occasione per assaggiare vini nuovi, scambiare due parole e magari anche qualche autografo con qualche ex beniamino calcistico. Teatro di questa curiosa degustazione non poteva essere che il Fashion Foodballer in Piazza Strozzi: una sorta di concept store dedicato al mondo del calcio dove riunirsi per guardare le partite, mangiare piatti innovativi di ispirazione toscana e…giocare a calcio balilla.

Appuntamento giovedi 2 marzo dalle 19.30  – Qui il programma della serata.

🙂

I vini delle… donne del vino: Istine

istine-copertina

Si avvicina la data dell’Anteprima del Chianti Classico e il pensiero corre a una delle aziende più giovani e promettenti di questa denominazione: Istine. Volto, cuore e anima di questa piccola ma già agguerrita azienda di Radda in Chianti è Angela Fronti: trentacinquenne tutto pepe, spontanea e umile, illuminata da un sorriso contagioso che da solo basta ad invogliarti ad assaggiare con attenzione i suoi vini. Leggi il resto di questa voce

Collestefano, Verdicchio di Matelica 2015

verdicchio-collestefano-2015

A volte ritornano…sono quei vini che, se non ogni anno, ma quasi puntualmente non puoi fare a meno di comprare e riassaggiare perché sai che difficilmente tradiranno le aspettative pur con le lievi differenze che inevitabilmente e, oserei dire, fortunatamente la mutevolezza delle vendemmie porta con sé.

Leggi il resto di questa voce

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: