Archivio dell'autore: Alessandro Zingoni

“Enolia 2018”

enolia

😉

Annunci

“Champagne per tutti” (Post per immagini)

Una due-giorni di piccoli grandi Champagne alle Terme Tettuccio di Montecatini Terme, con master class a cura dell’ambasciatore italiano per lo Champagne 2018, Pietro Palma. Una occasione per assaggiare prodotti nuovi e non solo, trascorsa bene anche per noi DxCxP.

“CHAMPAGNE PER TUTTI è la prima manifestazione italiana dedicata allo Champagne rivolta principalmente ai consumatori. Chiunque sia interessato a questo prelibato vino, avrà la possibilità di incontrare i vignerons provenienti dai territori dello Champagne e degustare i loro prodotti. Si tratta di piccole realtà produttive perlopiù a carattere familiare che propongono prodotti di alta qualità a prezzi accessibili e difficili da reperire sul nostro mercato. La manifestazione si svolgerà nella splendida cornice del SALONE REGINA PRESSO TERME TETTUCCIO DI MONTECATINI TERME e vedrà come collaboratore “speciale” il nuovo ambasciatore italiano per lo Champagne 2018, Pietro Palma.”

Leggi il resto di questa voce

Foglia Tonda Mor di Roccia 2015, Podere Anima Mundi

Foglia Tonda Mor di Roccia 2015, 2 Venti Pugnitello 2015 e Colpo di Dadi Canaiolo 2017, tutti Toscana IGT, sono  i vini rossi che Marta Sierota mi ha fatto assaggiare durante la recente visita in azienda (più una toccata e fuga in un pomeriggio di pioggia). Podere Anima Mundi è la sua realtà di lavoro e di vita, rilevata e condotta insieme a due collaboratori stretti, immersa nei magici boschi di Usigliano di Lari, sui dolci rilievi a sud dell’areale pisano. Vini esplosivi con l’anima dentro, fatti con grande attenzione della materia e cura nel preservare l’ambiente naturale circostante; vini bio-dinamici ottenuti da piccole porzioni di vigneti da piante autoctone recuperate.

Il gusto conduttore di questi super-nettari di bella espressione, personalità e identità, è Leggi il resto di questa voce

Scatti di territori | San Miniato e il Tempranillo

Quella appena trascorsa è stata una bella Domenica di sole e relax in campagna all’aria aperta in-sana (faccina che ride) compagnia con un calice di vino in mano e tante cose buone da sentire grazie a Vinix in tour e all’azienda Pietro Beconcini di San Miniato che l’hanno rispettivamente organizzata e ospitata. Ciliegina sulla torta è stata l’occasione di “camminare” una delle vigne tra le più antiche e singolari della Toscana: la vigna di tempranillo toscano. Suggestivo è stato passeggiare sulla Via Francigena che la costeggia e taglia il paesaggio d’un verde esplosivo tutto intorno; osservare il terreno d’argilla chiara e arenaria ricco di conchiglie fossili; e una volta tra i filari ammirare, e per un attimo coccolato, quelle sculture rugose nodose arzigogolate, a piede franco, che sembrano volerti abbracciare. E costante, per tutto il tempo trascorso tra il dentro e il fuori, l’assaggio dei prodotti delle aziende ospiti presenti, tanti e tutti davvero molto buoni con delle vere eccellenze di tradizione tipicità e territorio.

Tra le vigne…

fino ad arrivare alla vigna di Tempranillo toscano storica

con piante a piede franco che raggiungono se non superano il secolo di vita

Leggi il resto di questa voce

Friulano 2016, Marco Sara

Friuli Colli Orientali Friulano DOC 2016 (13,5%)

La sorpresa di trovare i vini di Marco Sara in una piccola trattoria-enoteca della mia cittadina qui e immediato è stato l’acquisto. Il Friulano (il caro Tocai per i friulani autoctoni), da vecchie vigne leggo sul sito dell’azienda e vinificato in solo acciaio, è la prima bottiglia che vado a stappare e… è una favola! Leggi il resto di questa voce

“Summa 2018”

“Per la 21esima edizione di Summa si riuniranno vignaioli d’eccellenza da tutti gli angoli del pianeta…”

Summa 2018

😉

Scatti di territori | La Doccia di Vinci

E’ stata l’occasione per rincontrare Marco e Sara Viviani (qui la mia visita di un po’ di tempo fa) la giornata promozionale della loro azienda La Doccia di Vinci (7,5 ettari di vigneti sulle dolci colline di Vinci; imbottigliamenti dal 2010) in trasferta a Livorno presso il bar-enoteca con cucina Alle Vettovaglie all’interno della maestosa struttura coperta del Mercato Centrale; qui, la sorpresa di trovare schierata l’intera gamma dei vini in commercio, annata 2016, e il piacere ancor più grande di ritrovare i suoi artefici, due giovani determinati artigiani, con le idee chiare (sempre di più – ndr).

“L’annata 2015 è andata letteralmente esaurita/sold-out; la 2016 è stata una bella annata per l’equilibrio ottenuto nei vini: bel varietale espresso, ottima maturazione delle uve e giusta quantità, dopo annate calde-anomale e rese scarse. Vinificazione per parcelle separate. Per i futuri Caesar, il sangiovese di punta, la maturazione in legni molto probabilmente avverrà in botti più grandi.”

Le mie note di assaggio: tra una chiacchiera e un approfondimento, uno spilluzzicare (di pane con l’olio e altri bocconcini) e una pausa per dare/riprendere respiro, ho cominciato con Leggi il resto di questa voce

“Vinix in Tour in Toscana”

Evento pagina Facebook

vinix

😉

“La Biodinamica è il Territorio in una Bottiglia”

“Organizzato da C.BIO in collaborazione con Tenuta Lenzini

Evento pagina Facebook

😉

Amor di Vino – Az. Agr. Casale “Solo solfiti da fermentazione naturale”

Amor di vino sono i vini senza solfiti aggiunti, se non da fermentazione naturale come riportato in etichetta,  da vendemmia 2016, della famiglia Giglioli che da generazioni conducono l’azienda agricola in località Casale in quel di Certaldo. Casa-azienda-cantina incastonata in un paesaggio di colline incantevoli che si aprono al godimento degli occhi via via lasciata alle spalle la strada principale e l’antico borgo che le domina, addentrandosi tra sali e scendi, curve e contro curve in direzione est. Bottiglie prese in azienda al termine di una straordinaria esperienza gustativa (da ripetere!), una vera full immersion (era tanto che non lo dicevo, concedetemelo) tra nettari di rara squisitezza di numerose annate (di cui si perde il conto se non annotate, e anch’io sono stato letteralmente rapito!) stoccate, o meglio lasciate ad elevarsi ancora, in tini d’acciaio e botti di castagno, damigiane e caratelli… che ti lasciano il segno come in poche altre occasioni: con assaggi di sangiovese che brunelleggiano (alcuni alla cieca o muta che dir si voglia sicuramente!); trebbiano glu-glu e meditativi al tempo stesso e vin santo che non ti dimentichi più… di quest’ultimi risalendo addirittura fino alla 1965! Leggi il resto di questa voce

Diario di un Ving

Vino, Vigna e Altre Storie di Viaggio di un Ingegnere Vignaiolo

The Wine Training

Nessuna poesia scritta da bevitori d’acqua può piacere o vivere a lungo

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

Glocal Vini & Terroir

Appunti eno-gastronomici di Frontiera

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: