Vivera, Martinella Etna Rosso DOC 2010

Ancora un invito a cena, ma questa volta mi viene chiesto di portare qualcosa che sorprenda i palati toscani dei miei amici commensali. Mi reco dalla mia enoteca di fiducia e comincio a spulciare gli scaffali, per un appassionato è come quando portate un bambino al negozio di giocattoli, li guarda e li desidera tutti.

Mi concentro e per questo giro decido di non soffermarmi sulla amata Toscana ma di andare più a sud possibile. I territori siciliani dell’Etna ben incontrano il mio pensiero, mi imbatto sul rosso Martinella Vivera 2010 … il mio enotecario strizza l’occhio e mi dice che è l’ultima bottiglia e che il vino è pronto all’assaggio; l’acquisto.

Il vino è un blend di Nerello Mascalese e Nerello Cappuccio, affina in barrique di rovere francese per un anno e poi riposa in bottiglia per 6 mesi.

Nel bicchiere si presenta rosso rubino scarico con un unghia che vira verso tonalità aranciate, al naso è ampio, fruttato (prugna, more, lampone, ciliegia sotto spirito), floreale (violetta, geranio, fiori rossi secchi, rosa canina, sottobosco, funghi), speziato (vaniglia, liquirizia, cioccolato amaro) seguite da foglie di tabacco essiccate, note balsamiche di ginepro e pino mugo, e ancora note di cuoio e di sangue. In bocca è elegante, la finezza predomina sull’alcol (13% in etichetta); i tannini sono morbidi e ben supportati da una spalla sapido acida che invoglia la beva che risulta semplice per un vino che ha grande complessità da raccontare.

Anche stavolta ho stupito i commensali con un ottimo vino fine e complesso; che si fa bere che è un piacere e soprattutto rappresenta bene la sua terra e quella parte vocata che è l’Etna.

Alla prossima, cin…

(❦ ❦ ❦ ❦)

vivera

Annunci

Informazioni su Barbara Gorini

Venti anni di esperienza nel mondo della ristorazione, lavorando ad ampio raggio in tutto il settore; dal bar di città al ristoro autostradale, dalla pizzeria trattoria sul porto al ristorante di mare, dall'albergo 4 stelle a quello a 5 stelle con Talasso Spa. In possesso di diploma di sommelier AIS, appassionata di enogastronomia e felice di comunicare il mio territorio e i suoi prodotti ai miei ospiti. Ho frequentato i corsi Slow Food : Birra, Formaggi, Distillati. Attualmente faccio la maestra elementare, cerco di comunicare l'amore per la tipicità ai miei alunni e anche agli adulti attraverso le mie recensioni su questo blog.

Pubblicato il 16 marzo 2018, in Degustazioni con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

  1. Barbara Bonaccini

    Azienda scoperta un paio di anni fa Vivera. Il Martinella bevuto a più riprese vince e convince per la sua beva snella, ma mai banale; un vino da tenere sempre a portata di mano perchè va d’accordo con tanti piatti. Sono proprio contenta che sia stato così apprezzato anche da te Barbara.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Diario di un Ving

Vino, Vigna e Altre Storie di Viaggio di un Ingegnere Vignaiolo

The Wine Training

Nessuna poesia scritta da bevitori d’acqua può piacere o vivere a lungo

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

Glocal Vini & Terroir

Appunti eno-gastronomici di Frontiera

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: