Chablis 1er Cru Montmains “Les Butteaux” 2010, George

img_2919

A pranzo. Domenica. Sopravvissuto a una botta influenzale come non ne beccavo da tempo (!), mi decido a rimettere in moto i sensi, e, facendo tutto mio il motto: “la vita è troppo breve per bere vini cattivi”, mi dirigo a tirar fuori dalla cantinetta una bottiglia acquistata durante una di quelle visite indimenticabili in quella terra incantatrice ch’è la Borgogna, e senza esitazioni stappo. 2010, Chardonnay della piccola azienda familiare proprietaire recoltant vigneron independant, Domaine George E.A.R.L. , con i vigneti sparsi nel piccolo comune di Courgis: è il loro Chablis Premier Cru Montmains “Les Butteaux”.

Bel tappo di sughero monopezzo; profumato (pericolo scampato). Oro liquido nel calice; è la prima sensazione. D’un paglierino uniforme, luminoso, consistente: bello! Di grande pulizia e aromaticità (vinificazione in sole cuves inox), ampiezza; lentamente schiude tutta la sua ricchezza olfattiva: inizialmente offre tanta frutta gialla polposa e matura (mela, susina, pesca, melone, giuggiole… e più esotica e intensa come alchechengi e ancora), poi libera il floreale di campo, il miele, le erbe aromatiche, i sentori idrocarburici ma aggraziati e di terziarizzazione ancora molto lievi. E’ uno spasso starlo a sentire. Il sorso non tradisce: rotondo in bocca, succoso, ne chiama subito un altro e un altro ancora, è la sua forza; incredibilmente fresco, vivo, di un’acidità piacevolissima, scioglievole; riempie, invoglia, disseta di gran gusto – è appagante, anzi, gratificante! Sì, un Grand Vin di grande espressione (non solo di terroir), che si è fatto ricordare a lungo una volta alzatomi da tavola. Me lo sono proprio goduto, meritato, e soprattutto mi ha fatto riprendere bene, direi; anche se l’abbinamento con un buon arrosto e del parmigiano non è stato poi così preciso. Sarà più indicato accostarlo a piatti di mare, a del pesce “grasso”, non banali però. Ma non mi importa, val bene berlo anche da solo, semplicemente, come si beve uno Chablis. E allora cin! Grande anche il rapporto qualità/prezzo. Consigliatissimo.

img_2918

img_2910

img_2905

chablis-george-vigneron.fr

Annunci

Informazioni su alessandro zingoni

Appassionato del nettare di Bacco e della buona tavola; sommelier AIS; barman FIB; il servizio è la mia "mission".

Pubblicato il 27 febbraio 2017, in Degustazioni con tag , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Diario di un Ving

Vino, Vigna e Altre Storie di Viaggio di un Ingegnere Vignaiolo

The Wine Training

Nessuna poesia scritta da bevitori d’acqua può piacere o vivere a lungo

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

Glocal Vini & Terroir

Appunti eno-gastronomici di Frontiera

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: