Piombaia-Rossi Cantini, Montalcino

img_2645

Autentiche sensazioni dall’intensa giornata trascorsa a Montalcino con Francesco Rossi Cantini e la sua bella famiglia; che, con grande passione – sì, visti sentiti e toccato con mano – conducono l’azienda Piombaia, oggi a rodato regime bio-dinamico e “ligi al manifesto del non interventismo in vigna e in cantina”. Con 10 ettari ca. vitati a sangiovese grosso sparsi tra i boschi e gli oliveti di proprietà nel quadrante sud-est del territorio ilcinese, più uno a merlot, per ora tutti allevati a cordone speronato; e 600 mq a… vi lascio con la sorpresa di scoprirlo da soli.

“Tutto parte dalla terra”: inizia così nelle vigne la camminata con Francesco che soddisfatto ce ne mostra campioni, qua e là, presi con la mano smuovendo prima l’erba, dal bel colore scuro, profumata e popolata di lombrichi.

In cantina l’essenzialità: suddivisa in due comparti, all’ingresso la temperatura è accogliente e giro giro posizionati svettano i luccicanti fermentini in acciaio di varie misure; da una porta scorrevole in fondo si accede alla bottaia con tonneaux e di più capienti di rovere da un lato, e i cestoni accatastati con le bottiglie a riposare dall’altro.

Spillato dagli ugelli si è assaggiato il sangiovese ultimo vinificato, non filtrato, già in botte grande, atto a divenire un promettente Brunello di Montalcino 2015 dal bel frutto fragrante (lamponoso-ciliegioso e un po’ prugnoso), gustoso e fresco e denso; a seguire il Brunello 2013 particolarmente invitante, fresco e succoso; entrambi molto puliti e senza forti ritorni alcolici.

Al piacere dello stare fuori, a quel bel respirare, si è aggiunto il calore dello stare insieme con il padre, a pranzo, nella pittoresca osteria di casa al tepore del caminetto acceso, presi a stappare e parlare delle bottiglie sulla tavola, quelle prossime ad uscire sul mercato (abbinate con affettati e formaggi, bruschette con l’olio novo, cavolo nero e ancora pasta al ragù, finanche il dolce al cioccolato), ovvero il Rosso di Montalcino 2014 e il Brunello 2012; nettari dalle notevoli peculiarità, versati a più riprese nel bicchiere, ci hanno confermato quello che già avevamo carpito dagli assaggi in cantina, ovvero: una grande piacevolezza e snellezza del corpo e della beva, già in buon equilibrio, e con finezza dei tannini; dei freschi sorsi di acidità rinfrescante e resettanti la bocca, morbidi e succulenti – da sottolineare la viva genuinità – con note retro-gusto-olfattive mai sopra le righe ma ben nette e saporite.

Prima dei saluti ci è stato versato il Brunello 2011 ora in commercio, nettare di un bel rosso mattone vivo e denso nel bicchiere, floreale e tabaccoso q.b., delicatamente succoso, equilibrato e dai tannini arrotondati, leggermente boisé quelli del legno; non particolarmente lungo ma vibrante sempre q.b., e, a chiudere, espressione di distinta personalità ma più timido carattere, in compenso, piacevolmente genuino e digeribile. (Se non ricordo male la 2009 è stata la prima bottiglia ottenuta in conduzione biodinamica). E bocca e corpo, e testa e cuore, ringraziano.

img_2605

img_2595

img_2606

img_2608

img_2609

montalcino-sud-est

img_2634

img_2632

img_2637

img_2639

img_2642

img_2644

piombaia.com

Annunci

Informazioni su alessandro zingoni

Appassionato del nettare di Bacco e della buona tavola; sommelier AIS; barman FIB; il servizio è la mia "mission".

Pubblicato il 1 dicembre 2016, in Aziende, Degustazioni, territori con tag , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Diario di un Ving

Vino, Vigna e Altre Storie di Viaggio di un Ingegnere Vignaiolo

The Wine Training

Nessuna poesia scritta da bevitori d’acqua può piacere o vivere a lungo

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

Glocal Vini & Terroir

Appunti eno-gastronomici di Frontiera

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: