Le Pergole Torte 2010

img_2247    img_2250

img_2248    img_2254

Bagliori di campagna autunnale: colline ricamate da filari color ocra, illuminate dalla languida luce di un sole ottobrino che accompagna la terra al riposo. Tutt’intorno è silenzio e quiete. Echi di viola appassita, giuggiole e ciliegie : l’odore buono della terra raddese. Il velluto di una carezza suadente che invita al riposo e ad abbandonarsi alla pigrizia autunnale. Riapro gli occhi. Nel bicchiere, Le Pergole Torte 2010.

montevertine.it

[Testo di Barbara Bonaccini – Immagini di Alessandro Zingoni]

Annunci

Informazioni su alessandro zingoni

Appassionato del nettare di Bacco e della buona tavola; sommelier AIS; barman FIB; il servizio è la mia "mission".

Pubblicato il 3 ottobre 2016, in Degustazioni con tag , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 5 commenti.

  1. ..come era ? Troppo Giovane oppure già bevibile ?

    Liked by 1 persona

  2. alessandro zingoni

    Ciao Monica, di profumi più terziari che secondari, quest’ultimi slow, un po’ magro il frutto appunto, tante belle sensazioni ferrugginose e di bacche tardive e richiami autunnali, sapido in fondo e snello di beva. Per me, e anche questa bottiglia me lo ha ri-confermato, aperto al momento giusto, che non sono per far passare tant(issim)i anni, forse tenderò al maroniano amo sentire il frutto, vivido, e un po’ di meno note evolute di secco. Buona freschezza, e tanta finezza o eleganza se preferisci da tipico più che riconoscibile sangiovese di razza.

    Liked by 1 persona

  3. Grazie !!! Bella descrizione !:)

    Liked by 1 persona

  4. alessandro zingoni

    Di più nin zo 😉 Ma grazie a te. E sulle annate del PT magari ci potrebbe illuminare chi ha partecipato alla storica verticale dell’anno scorso evento promosso dal grande Davide Bonucci EnoClub Siena e dal suo attuale artefice Martino Manetti.

    Mi piace

  5. Barbara Bonaccini

    Ciao Monica, visto che si parla di un “mostro sacro” come Le Pergole Torte non volevamo fare il solito post descrittivo a fronte di chissà quanti altri hanno scritto anche su quest’annata molto più preparati, o anche solo più fini conoscitori delle tante vendemmie di questo vino. E così abbiamo un po’ scherzato e descritto, forse in maniera troppo criptica, le sensazioni che ci ha dato con i suoi profumi e sapori che, come ha spiegato bene Alessandro, tendevano molto al terziario. Sentori che mi sono sentita di definire autunnali…nel senso più bello che può avere per me questa parola.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: