Podere Borgaruccio, Cantore IGT Toscana rosso 2012

img_2162

“Un vino si può fare in molti modi, e ognuno lo fa secondo coscienza. Io questo vino lo faccio così, semplicemente, con uve delle mie vigne, coltivate secondo il metodo biodinamico e trasformate seguendo il naturale processo di vinificazione. Questo vino è espressione della mia terra. Questo vino è vigna.”

Si presenta così Stefano Gonnelli con i suoi vini. Podere Borgaruccio, realtà presente con 12 ettari nel comune di Peccioli sulle colline del Valdarno pisano, è seguita con valori e principi ben chiari prima ancora che dalla scrupolosa conduzione bio-dinamica che la distinguono in ogni cosa che fa, dall’olio agli altri prodotti della terra fino all’ospitalità (come ben ricordo in occasione di una visita di un po’ di tempo fa).

Il Cantore è sangiovese con piccole aggiunte di ciliegiolo e canaiolo (e malvasia nera), ovvero è la formula del Chianti ma qui non può che essere IGT Toscana (come il sangiovese in purezza Rivale e il bianco Era gli altri due vini prodotti + la grappa). Bottiglia acquistata al supermarket, ebbene si, a E.8,90. Vendemmia 2012, a/v 13% in etichetta. E’ nettare slow, si apre lentamente e si sviluppa bene nel bicchiere, profumato fresco fragrante di bacche dolci a buccia rossa e altrettanto succoso, vivido, bello consistente dove ogni varietale si prende a pieno la sua parte. Un sangiovese davvero di bella espressione, fragrante e fresco, tipico ben riconoscibile; il cilegiolo a dargli quella suadenza e morbidezza in più; si avvicendano piacevolmente a, specie il giorno dopo, bacche più scure e note speziate, e tira fuori in tutta la sua densa allappanza ancora un tannino che lascia la bocca ripulita, leggermente più austera, ma soprattutto appagata e pronta per un altro bicchiere. Padrone della tavola.

Curioso adesso di sentire l’altra creazione di solo sangiovese, che so dove trovare, e perché no, andare a visitare il suo artefice sul campo ed assorbire un po’ di quella sana filosofia che regna a Podere Borgaruccio. Dpc felici dell’esistenza di tali locali piccole grandi realtà. Prosit davvero!

❦ ❦ ❦/❦

img_2166

podereborgaruccio.it

Annunci

Informazioni su alessandro zingoni

Appassionato del nettare di Bacco e della buona tavola; sommelier AIS; barman FIB; il servizio è la mia "mission".

Pubblicato il 19 settembre 2016, in Degustazioni con tag , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 4 commenti.

  1. alessandro zingoni

    Riporto una giusta precisazione: “i miei vitigni sono tutti iscritti all’albo chianti docg colline pisane. Sono io che ho deciso di declassare sempre da docg a toscana igt… e non siamo in valdarno ma in valdera.”

    Mi piace

  2. alessandro zingoni

    E poi trovo questo in rete, o meglio, su vinix: “Il vino che cambia la vita, Stefano Gonnelli, da ingegnere a vignaiolo” di Nicoletta Dicova, qui il link https://www.vinix.com/myDocDetail.php?ID=8440

    🙂

    Mi piace

  1. Pingback: Podere Borgaruccio, Rivale Sangiovese 2011 | Degustatori Per Caso

  2. Pingback: Podere Borgaruccio, Ripa Bianca IGT Costa Toscana 2014 | Degustatori Per Caso

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: