Scatti di territori | Valdera, Terre di Guidoreste

Terre di Guidoreste zoom

“La Toscana è terra fortunata.” Sicuramente lo è quando si scopre che c’è ancora chi vuol fare vino con le proprie mani, con attenzione, con pazienza, con sacrificio, con il sapere-come a disposizione di oggi, nel rispetto delle tradizioni si direbbe, certo, ma vino che vuol essere alimento, come una volta, per capirsi. Conoscere Cristian Parri, parlarci ad un banchino minuscolo di un evento di paese dimenticandosi del tempo che scorre… è bello, e fa riconciliare con la terra o con l’idea che abbiamo ancora della terra, perché ci si trova davanti a un artigiano, con le mani scure e callose e forti che si destreggiano anche con la burocrazia, che non perdona, del e nell’enorme mondo del vino che ruota tutto intorno; e stare ad ascoltarlo è un piacere vero come lui.

La sua azienda, condotta con la moglie Francesca, fa centro nel piccolo paese di Morrona sulle colline di Terricciola vocate alla viticoltura sin dall’antichità, nasce nel 2010 col nome di Terre di Guidoreste e oggi è in fase di conversione al biologico; ma qui si va oltre l’inclusivo termine, e le sue cure non si limitano al rispetto delle piante e dei tempi, sia in campo che in cantina; e lo stesso è per le fasi di imbottigliamento etichettatura commercializzazione… tutte svolte a mano ancora.

Raggiunti circa 5 ettari, sparsi in piccoli appezzamenti tra maturi filari e nuovi impianti, e olivi con i quali producono l’extravergine da assaggiare ancora, la produzione di vino con l’ultima vendemmia (stiamo parlando di mercato di nicchia – per pochi fortunati) si attesta sulle 5.000 bottiglie circa.

In vendita, acquistati e degustati la 2014 Toscana Bianco IGP Ribeino e 2014 Toscana Rosso IGP Caringi ottenuti da vitigni storici autoctoni: niente voli pindarici ma sorsi veraci di frutta e di terra, che accompagnano la tavola quotidiana con vivezza sapore e gioia di bere. 5E. cadauna! terrediguidoreste.it (sito in costruzione)

Ribeio TB14 Caringi TR14

🙂

Annunci

Informazioni su alessandro zingoni

Appassionato del nettare di Bacco e della buona tavola; sommelier AIS; barman FIB; il servizio è la mia "mission".

Pubblicato il 22 giugno 2016, in Aziende, Degustazioni, territori con tag , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. alessandro zingoni

    Sono dei veri vini slow, più buoni direttamente proporzionali al susseguirsi dei giorni dall’apertura! A buon intenditor…

    Mi piace

  1. Pingback: Terre di Guidoreste, Caringi Toscana rosso Igp 2015 | Degustatori Per Caso

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Diario di un Ving

Vino, Vigna e Altre Storie di Viaggio di un Ingegnere Vignaiolo

The Wine Training

Nessuna poesia scritta da bevitori d’acqua può piacere o vivere a lungo

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

Glocal Vini & Terroir

Appunti eno-gastronomici di Frontiera

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: