Birraio dell’Anno 2015, impressioni

1452974072130

Eccoci qua anche noi DpC a parlare di Birraio dell’Anno. Siamo stati all’Obihall a Firenze la sera della premiazione e, subito bisogna dire, quest’anno è stato un successone! …a colpo d’occhio molto meglio rispetto alla passata edizione sia per numero di frequentatori accorsi sia per numero di birrifici partecipanti, 25 in totale: 20 “senior” e 5 “esordienti”.

Format diverso. Spazi più ampi per accogliere le postazioni di spillatura delle birre, dove appunto i birrifici concorrenti in scioltezza hanno ampiamente dissetato il pubblico con le loro numerose creazioni brassicole. E per saziare la fame… streetfood all’interno e all’esterno del padiglione che a parer mio è stata una scelta vincente vista la grande affluenza.

1452975255082

La scelta è stata veramente ampia: un centinaio le birre in assaggio, e considerando la presenza di molti tra i più riconosciuti birrifici italiani per qualità e creatività, la scelta non è stata certo facile.

E qui i miei appunti di degustazione:

Imperial Ghisa – Birrificio Lambrate – nera con sentori di cacao e caffè e un finale di frutta sotto spirito; in bocca è densa dove ritroviamo le sensazione percepite al naso ma non solo…liquirizia e caramello, nonostante i suoi 8,5% alc. si beve che è un piacere.

California Sun – Birrificio del Ducato – California Common beverina e gustosa, particolare grazie ai malti torbati usati, una birra semplice ma molto piacevole.

Aran – Birrificio Argo – Irish Stout indubbiamente una delle birre che mi sono piaciute di più durante la serata, birrificio che non conoscevo ma che ho apprezzato subito; scura con una bella schiuma densa e persistente, caffè cacao e caramello al naso, elegante e setosa in bocca, con un finale leggermente dolce ma ben equilibrato.

Miss Molly – Birrificio Toccalmatto – birra in versione limitata e disponibile solo alla spina; una west coast Ipa con frutto della passione, profumata, agrumata con una nota leggermente acidula, in bocca è fresca con un corpo secco e amaro; intrigante!

Seta Special – Birrificio Rurale – nella versione special sono state sostiuite le bucce di arancia amara con della buccia di bergamotto e il risultato è sempre il solito… una birra che non si smetterebbe mai di bere, senza se e senza ma, la Wit-Blanche che preferisco in assoluto di più, c’è poco da aggiungere.

Una menzione va anche a Birra Elvo e alla loro pils e alla session Ipa di Vento Forte entrambe molto godibili e beverine. Vento Forte per me è stata una bella scoperta.

1452975314173 20160116_185504

 

 

 

 

 

 

 

 

Serata ricca di dibattiti  interessati e partecipati, condotti e coadiuvati dal grande Lorenzo “Kuaska” Dabove, che han visto coinvolti addetti ai lavori e non. È stata invitata anche Chiara Gagnarli, parlamentare facente parte della commissione agricoltura alla Camera dei Deputati,  con cui anche noi abbiamo fatto una piacevole chiacchierata, che si occupa di temi molto cari al Movimento Birraio tra cui il riconoscimento legale della birra artigianale, attualmente non legiferata (la proposta del MoBi alla Camera dei Deputati qui).

Vince per la categoria senior Fabio Brocca del Birrificio Lambrate di Milano che dal 1996 è uno dei pionieri della birra artiginale italiana; per gli esordienti (birrifici che hanno iniziato la loro attività da meno di 2 anni) vincono i maceratesi Matteo Pomposini e Cecilia Scisciani del Birrificio MC77 di cui abbiamo apprezzato le birre anche in altre occasioni.

Birraio dell’Anno si è concluso da poco e già ci manca… Al prossimo anno! Cheers…

1452968116526 1452971969803 20160116_190057 1452967440877

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Birraio dell’Anno

Annunci

Informazioni su massimo dini

Pisano, assaggiatore di vino iscritto all’ O.n.a.v.; da sempre appassionato di enogastronomia, amante del territorio,sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo da degustare.

Pubblicato il 25 gennaio 2016, in Degustazioni, eventi con tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. alessandro zingoni

    E bravo Max, mi hai messo sete di buona birra! Cheers…

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Diario di un Ving

Vino, Vigna e Altre Storie di Viaggio di un Ingegnere Vignaiolo

The Wine Training

Nessuna poesia scritta da bevitori d’acqua può piacere o vivere a lungo

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

Glocal Vini & Terroir

Appunti eno-gastronomici di Frontiera

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: