Bentornata Fettunta!!!

Fettunta

Dopo un anno di forzata astinenza a causa della maledetta “mosca” finalmente siamo tornati a riassaporare l’olio nuovo.

Secondo me nelle vene di noi toscani, insieme al sangue, scorre anche un po’ d’olio: altrimenti come si spiega quel senso di attesa che si fa sempre più grande tra fine ottobre e i primi di novembre, la gioia di veder sgorgare quel verde brillante dal frantoio, la frenesia di aprire la bottiglia, appena portata da chi le olive le ha raccolte, per sentire come è venuto e se è più o meno pizzichino rispetto all’anno scorso. E che gioia il rito dell’abbrustolire due belle, alte fette di pane sul fuoco per innaffiarle calde calde di olio nuovo in un’esplosione di profumi, sapori e….qualche colpetto di tosse per il pizzichino che talvolta ti prende alla gola.

IMG_2012-2

Attimi di goduriosità incredibile, la felicità di una cosa semplice e sana grazie alla quale ritorniamo un po’ tutti bambini quando all’ora della merenda la nonna o la mamma ci preparavano la fettunta.

Annunci

Pubblicato il 11 novembre 2015, in Varie con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. Una delle cose più buone del mondo.

    Liked by 1 persona

  2. Barbara Bonaccini

    Decisamente, senza se e senza ma, almeno per quelli della mia generazione che hanno avuto la fortuna di avere merende come queste al posto delle merendine industriali, barrette e altre porcherie del genere,

    Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: