Carmignano in tre tappe

IMG_0787 IMG_0784 IMG_0785 IMG_0781

IMG_0802 IMG_0789 IMG_0790 IMG_0797

IMG_0793 IMG_0794

Carmignano ti inghiotte quasi senza accorgertene nel suo paesaggio collinare al limite del montuoso, rigoglioso di boschi ordinati oliveti e disegnati vigneti di disarmante bellezza; e con i suoi piccoli centri abitati e le ville storiche come Capezzana rimanda a periodi e fasti di altri tempi ed al primo pubblico riconoscimento del territorio ascritto tra quelli d’eccellenza toscani nel ‘Bando sui confini e del commercio del vino’ del 1716 in epoca Granducale.

In breve, qui la formula del Chianti prevede il taglio con il Cabernet Sauvignon, detto uva francesca, vitigno da considerarsi autoctono, importato dalla Francia da Caterina De’Medici nel XVI secolo, coltivato fin da allora a fianco del Sangiovese apporta senza ombra di dubbio intensità gusto-olfattiva ai vini di Carmignano marcandone il carattere.

Migliore occasione per godersi una giornata en plein air in luoghi tanto ricchi di storia profumi e sapori, e saperi (cit.), come quelli della piccola area di Carmignano non poteva avvenire che durante l’affermata formula di ‘Cantine Aperte’ con quella spensieratezza che spesso manca durante le degustazioni tecniche.

Tre le tappe, la prima all’arroccata Fattoria di Bacchereto, piccolo paradiso con vini che definirei senza dubbio alcuno: vivi! Tanto il Carmignano DOCG Terre a Mano lascia sbalorditi per bontà e lunghezza, tanto il bianco sulle bucce Sassocarlo IGT fa lo stesso con in più accenni di note di botritizzazione. Entrambi 2012. Per non parlare del Vin Santo 2004!

Tenuta di Capezzana, merita più di una sosta, dà il benvenuto con il Vin Ruspo, perfetto vino da aperitivo-entrée; il Barco Reale DOC, ottimo da tutto pasto e oltre; Villa di Capezzana, ottimo compagno per l’intera visita alla villa se pur giovanissimo ancora.

Fattoria Ambra, quando il piccolo si fa veramente grande, le riserve 2011 Montalbiolo, appena più morbida, e Elzana, entrambe di carattere e territorio, eleganti e austere nel contempo non mollano la presa retro-gusto-olfattiva ed emozionano anch’esse non poco.

IMG_0788 IMG_0798 IMG_0799 IMG_0803

IMG_0805 IMG_0804

In sintesi: espressione e qualità dei vini sono emerse bene anche questa volta, coerenza per la tipologia e grande potenzialità evolutiva per le riserve assaggiate ma non soltanto; che poi devo dire li ho trovati un po’ meno tannici da legni di maturazione e meno Sangiovese spigolosi di altre volte. Cin!

 

http://www.stradavinicarmignano.it/aziende/vino-toscano/

http://www.movimentoturismovino.it/en/events/2/cantine-aperte/

 

Annunci

Informazioni su alessandro zingoni

Appassionato del nettare di Bacco e della buona tavola; sommelier AIS; barman FIB; il servizio è la mia "mission".

Pubblicato il 1 giugno 2015, in Aziende, Degustazioni, eventi, territori con tag , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. Ottimo vino degustato in un posto divino! Sorriso,65Luna

    Liked by 1 persona

  2. alessandro zingoni

    Grazie 65luna 😉

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Diario di un Ving

Vino, Vigna e Altre Storie di Viaggio di un Ingegnere Vignaiolo

The Wine Training

Nessuna poesia scritta da bevitori d’acqua può piacere o vivere a lungo

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

Glocal Vini & Terroir

Appunti eno-gastronomici di Frontiera

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: