A cena dalla Bianca

Dalla bianca

Innanzitutto ringraziamo Sandra, la brava titolare dell’Osteria dalla Bianca di Ponsacco, che ci ha permesso di trascorrere una bella serata piena di gusto ed attenzioni; locale accogliente, molto carino nella sua semplicità dove i clienti abituali diventano come di famiglia; cucina della tradizione curata con piatti casalinghi squisitamente preparati con prodotti quasi esclusivamente del territorio, per non dire a km 0.

La scelta delle materie prime è minuziosa, da piccole aziende locali, quelle che una volta si chiamavano contadini, possibilmente biologiche; anche il pane è scelto con cura da un piccolo forno che utilizza grani antichi, veremente buono! Carta dei vini e birre artigianali in continuo aggiornamento. 

Abbiamo cominciato con un abbondante antipasto con crostini misti, pecorino toscano ed affettati, la spalla era da urlo!, peccato doverla rimangiare con la prossima macellazione.

aff

DSC02602 

A seguire una tagliata per due da 1,3 Kg a fette piuttosto grandi, con rucola fresca parmigiano e contorno di patate fritte, buona da sciogliersi in bocca, buonisssima!

Per l’occasione Sandra ci ha permesso di portare i vini presi all’ Orcia Wine Festival e ci ha fatto compagnia con la sua gentilezza e competenza fino a tarda serata.

DSC02590

DSC02592

I nostri vini in accompagnamento sono stati: Il Fattore 2012 Bagnaia, aperto e abbinato all’antipasto, inizialmente chiuso non mi sembrava il vino bevuto a S. Quirico d’Orcia, c’è voluto un pò di tempo per ritrovarlo soprattutto in bocca. Partenza non proprio pulita con una cuspide alcolica pungente di amarena sotto spirito, poi si è aperto e si è sentita la prugna, i frutti di sottobosco, il mirtillo, in un finale leggermente vanigliato e balsamico fortunatamente non eccessivo; astringente in ingresso al sorso poi morbido e succoso, rispecchiando in parte le sensazioni olfattive percepite e ricordate, con un buon corpo ma non così ben equilibrato, dove l’alta sensazione calorica è stata compensata in parte dai salumi e dai crostini; meglio con un piatto di struttura adeguato che da sorseggiare da solo, comunque un buon vino “base” da pasto.

A seguire Ripagrande 2012 Castello di Ripa d’Orcia, indubbiamente avvantaggiato rispetto al precedente in fatto di ossigenazione parte subito bene senza note stonate. Un bel rubino scarico ma brillante, non molto intenso al naso ma con profumi invitanti abbastanza netta la frutta a bacca rossa con lampone e ribes, anche la prugna matura; delicato e morbido, equilibrato in bocca, riportando il bagaglio olfattivo con un lieve retrogusto di vaniglia e un finale leggermente amaricante, di buona struttura sostiene i suoi 14,5%. Sicuramente adatto ai piatti della tradizione toscana non farà mancare tutto il suo piacere, nel nostro caso sarebbe stato meglio se abbinato all’antipasto. Questo Sangiovese è buono anche per fare due chiacchiere con gli amici.

Gran bella serata, ottima cena ma non avevamo dubbi, oramai siamo di famiglia. Posticino che consiglio per chi ama una cucina dedita alla ricerca della qualità abbinata alla tradizione.

IMG_20150201_155452

IMG_20150201_155430

Ristorante Osteria Dalla Bianca Di Ferretti Sandra
 
Via Valdera Capannoli, 103, Ponsacco (PI)
Telefono:0587 732236

 

Annunci

Informazioni su massimo dini

Pisano, assaggiatore di vino iscritto all’ O.n.a.v.; da sempre appassionato di enogastronomia, amante del territorio,sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo da degustare.

Pubblicato il 14 maggio 2015, in Degustazioni, Ristoranti con tag , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

  1. alessandro zingoni

    Vero, Massimo, non passa inosservata la scelta della materia prima anche in questo ristorantino.E si sente al gusto! Grazie. Complimenti!

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Diario di un Ving

Vino, Vigna e Altre Storie di Viaggio di un Ingegnere Vignaiolo

The Wine Training

Nessuna poesia scritta da bevitori d’acqua può piacere o vivere a lungo

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

Glocal Vini & Terroir

Appunti eno-gastronomici di Frontiera

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: