“Foodies Festival – Viva Castiglioncello”

DSC02488

Girata fuori porta per Degustatoripercaso nel giorno della Liberazione. Al mare a Castiglioncello. Ma la meta è stata anche la scusa per andare al Foodies, tanto per cambiare a darci dentro di assaggi vinosi e non solo, il Festival del Cibo di Strada, rassegna gastronomica, con oli vini birre show cooking e quant’altro.

Manifestazione ben organizzata devo dire, una bella affluenza di pubblico, e molte le aziende coinvolte. Cielo un po’ coperto ma aria calda, l’ideale per fare una bella passeggiata tra i banchi dei produttori sparsi un po’ ovunque, lungo il porticciolo, sulla via principale, nel castello e nella pineta ben tenuta che guarda il mare con vista sugli scogli e su un paesaggio di suggestiva bellezza.

Un bel panino con la salsiccia cruda da sciogliersi in bocca!, un onesto  bicchiere di vino da tavola di un azienda locale il nostro pranzo, e via a degustare. Presenti i produttori della ‘Strada del vino e dell’olio della Costa degli Etruschi’, le DOC Montecarlo (Lucca), Montescudaio (Pisa) e dell’Isola d’Elba.

Tra le diverse cose assaggiate qua e là, in particolare tre vini di tre aziende mi hanno colpito di più:

Casa degli Ajali Elba Bianco D.O.C dell’ Azienda Agricola Mola

  • Uvaggio: 70% Procanico 20% Ansonica 10% Malvasia e Moscato
  • Maturazione: avviene in contenitori in acciaio inox da 25/50 hl. fino a febbraio. Viene solitamente imbottigliato fra febbraio e maggio
  • Un vino fresco, asciutto, di buon corpo, succoso e sapido con note di frutta a polpa bianca e un finale leggermente mieloso. Da bersi da solo o abbinato a piatti di pesce è veramente una bella bevuta!

Soloterra 2013 dell’azienda Mulini di Segalari

  • Uvaggio: 100% Sangiovese
  • Maturazione: matura in giare di terracotta da 500 litri. Le giare , realizzate con l’argilla dell’Impruneta, hanno uno spessore di oltre tre centimetri e non sono vetrificate né incerate.
  • Gran Sangiovese questo Soloterra 2013 maturato in terracotta, un rubino intenso con profumi di prugna e frutti di sottobosco, strutturato e morbido con tannini piacevoli anche se leggermente astringente nel finale, terroso. Una bella scoperta davvero!

Rerosso 2010 dell’azienda Podere Morazzano

  • Uvaggio:50% Sangiovese, 25% Cabernet Franc, 25% Merlot
  • Maturazione: fermentazione e macerazione con uve separate in tini di acciaio, con le bucce a contatto per 15 giorni; malolattica in barriques di rovere francese di secondo passaggio, dove i vini rimangono sempre separati per una maturazione di 14 mesi.
  • Questo vino esalta il palato, deciso e di gran corpo, complesso con tannini fitti ma non eccessivi, i sentori della prugna e della frutta a polpa rossa si mischiano a note speziate con un finale lungo dai rimandi avvolgenti; ritengo sia un vino che può dare il meglio di sé abbinato a una bella bistecca ma anche a piatti più strutturati specialmente se di selvaggina.

Soddisfatti della bella giornata trascorsa, ce ne siamo tornati a casa con l’idea di risentire questi vini magari direttamente dal produttore in azienda per approfondirli ancora, e perchè no a viverci un’altra bella giornata in mezzo alle vigne e nelle cantine che ci piacciono tanto.

Viva Castiglionello… Cin!

Di seguito un po’ di scatti del Foodies Festival.

DSC02485 DSC02486

DSC02487 DSC02492

DSC02493 DSC02497

DSC02503 DSC02489

Annunci

Informazioni su massimo dini

Pisano, assaggiatore di vino iscritto all’ O.n.a.v.; da sempre appassionato di enogastronomia, amante del territorio,sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo da degustare.

Pubblicato il 3 maggio 2015, in eventi con tag , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Diario di un Ving

Vino, Vigna e Altre Storie di Viaggio di un Ingegnere Vignaiolo

The Wine Training

Nessuna poesia scritta da bevitori d’acqua può piacere o vivere a lungo

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

Glocal Vini & Terroir

Appunti eno-gastronomici di Frontiera

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: