Pisa Food&Wine Festival 2013

pisawf13

Un po’ di… Pisa food & wine Festival 2013

Degustatori per caso il caso ha voluto che non ci incontrassimo al Pisa food & wine festival, ex Pisa vini & olio, appuntamento promozionale e vetrina dei prodotti agroalimentari pisani alla sua seconda edizione presso la ex Stazione Leopolda di Pisa.

Un paio d’ore di domenica pomeriggio trascorse in buona compagnia e volate via tra saluti chiacchiere commenti espositori produttori venditori amici di bicchiere nuovi e ritrovati. Presenti i sommelier della Fisar in servizio ai banchi d’assaggio e i sommelier dell’Ais agli food show dei ristoranti pisani partecipanti.

E tutto intorno una buona presenza di pubblico devo dire.

Alla fine pochi assaggi ma buoni abbastanza; di solido ho sentito un buon pandoro artigianale al limone e i formaggi della famiglia Busti: e son seguiti piccoli acquisti; di liquido, un vino che mi è piaciuto in particolar modo è stato il Ciliegiolo in etichetta Sileno 2011 di Sator, Pomaia (Doc Montescudaio), azienda che già in passato mi aveva colpito con un buon Vermentino; vino rustico nell’insieme delle sensazioni gusto-olfattive un po’ come marca il varietale affatto banale e pienamente godibile al sorso con una bella struttura sapido-tannica e calda dal frutto dolce e fresco e croccante con finale piacevolmente amaricante ad asciugare ed invogliare nuovamente alla beva.

Vino glu-glu anche il Rosso Toscana Igt Ghizzano 2011 di Tenuta di Ghizzano, Peccioli, che non smentisce appunto la sua facilità di beva nonché fruttata e fresca piacevolezza, da abbinamento quotidiano da tutto pasto. Invece mi ricordavo più bello il vino di punta, qui ho assaggiato il Veneroso 2010 Sangiovese 70% e Cabernet Sauvignon un poco sotto tono mi è parso. A seguire un altro Sangiovese 80% e Merlot Belcore 2011 di I Giusti & Zanza Vigneti, Fauglia, elevato in botti di rovere francese che chiede solo ancora un po’ di tempo per esprimersi al meglio.

E poi, ripeto, per quel pochissimo che ho sentito del nettare di Bacco pisano presente, un livello generale di buona qualità, questo si ma, di medio gusto, mettiamola così. E poi, per concludere, tanta ammirazione per chi si affaccia sul mercato con vini “nuovi” e ci crede fortemente. A tutti e specie a questi ultimi buon lavoro. Ne riparleremo alla prossima edizione.

alcune foto:

sileno

veneroso

giusti

di Alessandro Zingoni

Annunci

Informazioni su massimo dini

Pisano, assaggiatore di vino iscritto all’ O.n.a.v.; da sempre appassionato di enogastronomia, amante del territorio,sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo da degustare.

Pubblicato il 25 novembre 2013, in Degustazioni, eventi con tag , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. Piacevole pomeriggio tra i banchi della migliore enogastronomia pisana. Pubblico numeroso. Non molte purtroppo, anche se valide, le aziende rappresentate.

    Mi piace

  2. alessandro zingoni

    Ciao carissimo Mauro, mi accorgo ora del tuo contributo, si, che dire… sono state due ore paicevoli.

    Un saluto, e alla prossima, Alessandro

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: